È più cool il Leopardo, Brody o Berset?

È più cool il Leopardo, Brody o Berset?

Agosto 06, 2017 - 20:30
Posted in:

Il Leopard Club accoglie Adrien Brody, premiato in Piazza Grande al Locarno Festival. E il ministro "fa lo 007".

Una "calda accoglienza", quella riservata da Locarno ad Adrien Brody. Così l'ha definita lo stesso interprete de "Il Pianista" di Polansky nel prendere la parola di fronte al pubblico della tradizionale cena del Leopard Club, lo scorso venerdì quattro luglio. Il leopardo è un felino molto "cool" (che in inglese vol dire anche freddo), ha detto Brody, ma l'amore per il cinema dei festivalieri, e la canicola che attanagliava il Ticino la scorsa settimana, hanno evidentemente alzato la temperatura.  

Come da tradizione il Leopard Club presieduto da Rolando Benedick, che ogni anno sponsorizza il "Leopard Club Award", ha organizzato all'Eden Rock di Ascona una cena con l'ospite d'onore.  E come ogni anno erano molti i volti noti presenti all'esclusivo appuntamento nell'albergo asconese. In primis il consigliere federale Alain Berset, che assieme al consigliere di Stato Manuele Bertoli hanno portato il saluto ufficiale di Confederazione e Cantone. Il direttore artistico Carlo Chatrian ha pure ringraziato Brody per la sua presenza a Locarno. Ma ad Ascona lo scorso venerdì erano presenti anche i consiglieri di Stato Claudio Zali, Christian Vitta, Norman Gobbi e Paolo Beltraminelli (con Bertoli, dunque, il consiglio di Stato in corpore), la già procuratrice capo del Tribunale penale internazionale sulla ex Jugoslavia Carla Del Ponte, il sindaco di Locarno Alain Scherrer, il sindaco di Lugano Marco Borradori, il già cancelliere Gianpiero Gianella e numerosi altri vip cantonticinesi e svizzeri. 

Sempre in tema di "cool", segnaliamo anche la "versione 007" con occhiali da sole del consigliere federale Berset, che a fine aperitivo si aggirava per i tavoli con espressione sicura e molto "hollywoodiana".