Altro Guinness, c'è chi fa la maratona. Per fare opposizione ci vuole "physique du rôle"

Altro Guinness, c'è chi fa la maratona. Per fare opposizione ci vuole "physique du rôle"

Marzo 07, 2018 - 12:30
Posted in:

Gli elettori del Movimento 5 Stelle "fancazzisti"? Non proprio. Mentana da record. Tuto Rossi vorrà fare opposizione in prima persona?

Il giornalista Enrico Mentana, direttore del Tg de La7, ha lasciato tutti a bocca aperta per la sua maratona televisiva  per le elezioni italiane. Alle 20.00 di domenica sera era già negli studi dell'emittente televisiva, per condurre il Telegiornale. Poi passa la palla a Massimo Giletti con il suo "Non è l'Arena", ma solo fino alle 22.30, quando ha iniziato a snocciolare gli exit poll per la sua "Maratona", per poi seguire le proiezioni per tutta la notte fino alle 11.00 di lunedì mattina, quando ha lasciato la linea a "L'aria che tira", programma di Myrta Merlino, per poi tornare nuovamente con l'edizione del tg delle 13.30. Non contento, finito il Tg, ha iniziato il suo "Speciale elezioni" fino alle 20.00, quando è andato in onda il Tg de La7 delle 20.00.
Mentana è stato davanti alle telecamere per 24 ore e mezzo consecutive, dalle 20.00 di domenica sera, fino alle 20.35 del lunedì, con una pausa di 2 ore domenica sera, quando è andato in onda "Non è l'Arena" e altre 2 ore e mezzo lunedì mattina, quando è andato in onda "L'Aria che tira". Al netto 20 ore di diretta televisiva per seguire lo spoglio delle schede elettorali. Mica male.
Gaber, in "La realtà è un uccello" cantava, "... c'è Mentana, più moderno, il più scattante, praticamente un disc jockey,..." per sottolineare il cambiamento del ritmo nel dare le notizie, che Enrico Mentana ha rappresentato per la televisione italiana.
Mentana, nel bene e nel male, ha rinnovato il modo di fare i telegiornali. E pensare che i maligni, mormoravano che in Rai c'era entrato, nei primi anni '80, senza laurea, per volontà del Psi di Bettino Craxi. Se fosse vero, si dimostrerebbe, che almeno una volta, le raccomandazioni hanno prodotto un grande professionista e per di più staccanovista.
Visto che a Melide sono in vena di guinness, potrebbero, l'anno prossimo, quando ci saranno i risultati delle elezioni cantonali, fare anche loro una maratona informativa che vada dalla domenica, giorno dei risultati per il Consiglio di Stato, al lunedì, giorno dei risultati per il Gran Consiglio. Lasciamoci sorprendere.... .
 
 
**********
 
 
Da Bianca Berlinguer a "Cartabianca" Vittorio Sgarbi, fra un insulto e l'altro al giornalista Andrea Scanzi, ha detto che la Lega la vota chi lavora, mentre il M5S è votato da chi vuole farsi mantenere (dal reddito di cittadinanza).
Oggi, però sono apparsi sulla stampa i primi dati sui blocchi sociali dei diversi partiti. L'istituto Ixé dice che il Movimento 5 Stelle è stato votato prevalentemente da chi ha un lavoro fisso (da dipendente), mentre il Pd ha il suo grosso zoccolo duro di pensionati (è il primo partito fra gli over 65, battendo M5S e Lega!) e la Lega di Salvini è stata votata prevalentemente da casalinghe e lavoratori autonomi (che, permetteteci la generalizzazione, in Italia sono il grosso degli evasori fiscali).
Dunque Sgarbi sbaglia. Il corpo elettorale del M5S non è così "fancazzista" e "parassitario" come lo racconta lui.
 
 
**********
 
 
Ieri abbiamo interpellato due granconsiglieri de La Destra, Pamini e Galeazzi, a proposito delle critiche di Tuto Rossi, che vorrebbe un Udc più forza d'opposizione e audace nel cavalcare i temi di attualità politica (leggi qui). Sia Galeazzi che Pamini accolgono di buon grado la provocazione dell'avvocato bellinzonese, ma nella sostanza dichiarano che il loro operato va bene così come è stato portato avanti in questi 3 anni.
Quello che è certo è che un po' difficile vedere un granconsigliere come Pinoja trasformarsi in un "Pronzini democentrista" (che è quello che vorrebbe Tuto Rossi). Per fare "l'opposizione continua" ci vuole anche un physique du rôle!
All'avvocato bellinzonese a questo punto non resta che farsi eleggere in Gran Consiglio nel 2019, diventando il compagno democentrista del leader dell'opposizione Matteo Pronzini.