Anche a Facebook serve una bucalettere in Svizzera

Anche a Facebook serve una bucalettere in Svizzera

Marzo 18, 2018 - 11:28

Facebook &Co potrebbero avere una casella postale in Svizzera.

Le controversie legali con le grandi aziende di internet, come Google, Facebook o Twitter, sono difficoltose, dato che le aziende hanno sede all'estero. Questo vale anche nel caso di pubblicazione di contenuti calunniosi o d'odio. Ora il consigliere nazionale dei Verdi Balthasar Glättli ha presentato una mozione per risolvere questo problema. Secondo l'atto parlamentare la legge dovrebbe obbligare le aziende ad avere un recapito postale in Svizzera, in modo da evitare la procedura legale internazionale. La proposta si applicherebbe all'aziende con più di 200'000 utenti in Svizzera. Con il "domicilio obbligatorio per la notificazione o comunicazione degli atti" si velocizzerebbero le procedure legali riguardanti le aziende in questione. In passato il parlamento aveva già respinto la proposta del consigliere agli Stati Ps Christian Levrat, che auspicava l'obbligo di una rappresentanza in Svizzera delle aziende che vi operano.