Bellinzona: "agenti anti sommossa all'assembla del personale"

Bellinzona: "agenti anti sommossa all'assembla del personale"

Settembre 11, 2017 - 11:51
Posted in:

L'MPS a Bellinzona inoltra due interrogazioni sull'assemblea del personale sulla cassa pensione e sugli esperti ingaggiati dal Municipio.

La lista MPS-POP-Indipendenti in Consiglio comunale a Bellinzona ritorna alla carica sulla nuova cassa pensione dei dipendenti comunali. La proposta del Municipio, che vedeva contrario l'Mps, era stata presentata al personale in occasione di un'assemblea lo scorso 24 luglio. Ad essere al centro di due interpellanze firmate dalle consigliere comunali dell'MPS Angelica Lepori Sergi e Monica Soldini sono le modalità in cui si è svolta l'assemblea, nonchè il compenso corrisposto ai consulenti di cui si è avvalso il Municipio per la riforma pensionistica. Nella prima interrogazione Lepori e Soldini chiedono lumi in merito alla presenza di due agenti di polizia all'assemblea e sul fatto che ai sindacalisti Matteo Pronzini (deputato MPS in Gran Consiglio) e Paolo Locatelli (Ocst, anch'esso contrario alla linea municipale), è stato impedito di presenziare all'assemblea. "All’assemblea il Municipio ha inviato due agenti in tenuta antisommossa alfine di impedire che potessero prendere la parola gli oppositori alla liquidazione del fondo di pensionamento anticipato. Tale situazione è stata anche riportata dal quotidiano La Regione nella sua edizione dello scorso 25 luglio 2017", scrivono le consigliere comunali. "Matteo Pronzini e Paolo Locatelli sono due sindacalisti assai conosciuti. Volevano partecipare ad un’assemblea sindacale, forse perché erano rappresentanti di persone attive nel comune di Bellinzona e presenti all’assemblea", prosegue lo scritto. "Come tali il loro diritto ad essere presenti a quell’assemblea doveva essere riconosciuto. Sentenze diverse (come quella recente che ha visto protagonista il nostro sindaco) hanno confermato il diritto dei lavoratori di farsi accompagnare da propri rappresentanti sui luoghi di lavoro in momenti informativi e di negoziazione". Nella seconda interrogazione l'MPS acrive che "nel processo di liquidazione del fondo di prepensionamento il Municipio di Bellinzona si è fatto assistere da esperti: la signora Silvia Basaglia ed il signor Edy Dell’Ambrogio". "Sull’operato degli stessi ci sarà modo di discutere in altra sede", prosegue. "Sono tuttavia circolate diverse voci in relazione al compenso che il Municipio avrebbe versato loro per questa consulenza. Crediamo che in nome della trasparenza sia necessario rendere pubblico l’ammontare di questa spesa".