Blocco dei medici o libertà per le assicurazioni? Il tempo stringe…

Blocco dei medici o libertà per le assicurazioni? Il tempo stringe…

Maggio 12, 2018 - 18:50
Posted in:

Consiglio federale e Parlamento divergono su come affrontare il contenimento del numero di studi medici.  


I costi della salute rimangono il tema principe all’ordine del giorno per il Dipartimento federale dell’interno guidato dal ministro socialista Alain Berset. A metà 2019 giungerà a scadenza la moratoria sui nuovi studi medici. Oggi il Tages Anzeiger spiega in un articolo come il progetto di Berset per evitare i costi correlati all’apertura di nuovi studi (secondo uno studio di Santésuisse ogni nuovo studio costa in media alle casse malati 500’000 franchi annui) intende affidare ai Cantoni la possibilità di stabilire un numero massimo di medici per specialità. Il progetto presentato mercoledì vede però contrari i medici. Secondo l’associazione nazionale FMH un blocco ostacolerebbe la nuova generazione di medici intenzionata ad aprire uno studio.
I partiti borghesi in parlamento vorrebbero introdurre la libertà per le casse malati di scegliere quale medico “coprire”. Le casse malati dovrebbero assumere un numero sufficiente di medici che soddisfino i criteri di qualità, ma  saranno libere nella scelta.
Per entrare in vigore in coincidenza con lo scadere della moratoria la revisione di legge dovrebbe tuttavia essere approvata dalle camere entro la fine dell’anno. Viste le divergenze fra Parlamento e Consiglio federale, osserva il Tages Anzeiger, è difficile che ciò avvenga. Il rischio è che la lacuna legislativa che verrà a formarsi porti a un forte afflusso di medici provenienti dall’Ue, come avvenuto fra l’inizio del 2012 e la metà del 2013.