Contro l'iniziativa sui “giudici stranieri” scende in campo il Comitato di Berna

Contro l'iniziativa sui “giudici stranieri” scende in campo il Comitato di Berna

Febbraio 07, 2018 - 21:36
Posted in:

Pubblichiamo il seguente comunicato stampa del neo-costituito Comitato di Berna contro l’iniziativa dell’UDC contro i “giudici stranieri”.

Siamo un gruppo di giovani giuristi e giuriste ticinesi sparse e sparsi per la Svizzera. Avvocatesse e avvocati, studentesse e studenti, dottorande e dottorandi, abbiamo deciso di riunirci per dare nuovi stimoli al dibattito politico e giuridico ticinese.

Vogliamo batterci contro l’iniziativa dell’UDC chiamata “Il diritto svizzero anziché giudici stranieri (Iniziativa per l’autodeterminazione)” che verrà votata nel 2018. In particolare ci opponiamo ai suoi effetti più gravi, ovvero l’attacco alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo.

Lo scorso 20 febbraio 2017, tutti i professori di diritto pubblico della facoltà di giurisprudenza di Zurigo hanno pubblicato su Jusletter una presa di posizione molto chiara che si oppone a questa iniziativa. Hanno in particolar modo criticato l’insicurezza giuridica che ne conseguirebbe.

Non ci sono state, invece, in Ticino prese di posizione paragonabili. L’iniziativa sui giudici stranieri è solo l’ultimo esempio del silenzio del mondo giuridico ticinese. La nostra democrazia viene quindi abusata per meri interessi elettorali ed i principi costituzionali sono sempre più alla mercé di fini politici. Per questi motivi, il Comitato di Berna ha deciso di far sentire la propria voce.

Noi giovani giuristi e giuriste pensiamo che sia ora di esporsi in modo chiaro contro un razzismo sempre più palese che porta a voler vedere nello “straniero” la fonte di qualsiasi male. La nostra lingua viene strumentalizzata per provocare reazioni di pancia le cui conseguenze sono imprevedibili. Basta scrivere “giudici stranieri” e “autodeterminazione”, ed ecco che i principi dello Stato di diritto, i principi del rispetto dei Diritti umani e i principi del rispetto delle minoranze vengono cancellati. Un colpo di spugna spinto dalla manipolazione della paura, evidentemente creata ad arte. E dove l’UDC soffia sul fuoco, le altre forze politiche non fanno nulla per spegnerlo.

Siamo un gruppo di giuristi pluralista, non vogliamo quindi affermare che l’ordinamento giuridico svizzero ci vada bene così com’è. Siamo noi i primi a cercare spazi di dialogo, innovazioni, nuovi spazi per la tutela dei diritti delle persone e per l’emancipazione della società. Il risveglio di una coscienza giuridica critica passa però anzitutto attraverso la dura opposizione a queste forme di abuso a cui l’UDC ci ha abituati.

Vuoi contrastare l’iniziativa dell’UDC contro i “giudici stranieri”? Unisciti a* giovan* giurist* del Comitato di Berna inviando un’e-mail a comitatodiberna@gmail.com. Per maggiori informazioni potete visitare il nostro sito www.comitatodiberna.org e la nostra pagina Facebook.

 
 
Riunitosi per la prima volta a Berna, il gruppo fondatore è composto da:

Martino Colombo – studente al master in diritto, Berna
Filippo Contarini – dottorando in teoria del diritto, Lucerna
Valerie Debernardi – studentessa al master in diritto, Ginevra e Basilea
Jana Drzalic – dottoranda in diritto penale, Zurigo
Olivier Peter – avvocato, Ginevra
Giulia Walter – studentessa al master in diritto, Lucerna e Ginevra