Così si arriverà in altri sistemi solari

Così si arriverà in altri sistemi solari

Settembre 11, 2018 - 22:44

Un nuovo materiale realizzato dal California Institute of Technology promette di raggiungere nello spazio velocità mai viste finora.

Lo sbarco su Marte, già messo allo studio dalla Nasa, potrebbe essere solo la prima di una serie di conquiste spaziali e mete che fino a poco tempo fa sembravano pura fantascienza oggi sono un po' più vicine. La scienza sta già studiano ad esempio come raggiungere il sistema stellare più vicino alla Terra, vale a dire quello di Alfa Centauri, a 4,2 anni luce di distanza dal nostro sistema solare. Ovviamente per riuscire a compiere questa tratta in tempi ragionevoli bisogna viaggiare vicini alla velocità della luce. Con gli attuali mezzi il tempo di percorrenza sarebbe di 78'000 anni. Un po' troppo.
Ma al California Institute of Technology hanno messo a punto un nuovo materiale che potrebbe far viaggiare i veicoli spaziali a una velocità mai vista prima d'ora. Si tratta di un materiale nanofotonico costituito da silicio e anidride silicica, che è in grado di trasformare le particelle di luce che lo colpiscono in un impulso in grado di spingere la sonda a velocità mai raggiunte prima. Queste "vele solari" potrebbero raggiungere velocità vicine di 60'000 chilometri al secondo, in pratica il 20% della velocità della luce. A questa velocità per arrivare fino a Alpha Centauri occorrerebbero "solo" circa 20 anni.