Festa dei vicini: organizzala anche tu

Festa dei vicini: organizzala anche tu

Maggio 16, 2018 - 10:01
Posted in:

Pubblichiamo il seguente comunicato della Festa dei Vicini a Locarno.
 
Promuovere e incentivare attraverso momenti conviviali i buoni rapporti e la solidarietà di vicinato e, nel contempo, in un contesto socio-culturale che si fa sempre più multietnico, favorire l’integrazione delle persone. Obiettivi, tutti questi, sottesi alla Festa dei Vicini, evento che sta progressivamente prendendo piede anche a Locarno. Tanto che la Città da qualche giorno figura sulla pagina web della Fondazione europea Neighbours’ Day (www.european-neighbours-day.eu), Fondazione che appunto coordina la Festa dei Vicini sul piano europeo.
L’iscrizione di Locarno nel sito europeo Neighbours’day è avvenuta sulla spinta delle Associazioni di Quartiere Rusca-Saleggi, Campagna e la Pro Cardada, che si sono adoperate affinché la Festa dei Vicini diventi una realtà consolidata anche in Città, dove appunto l’edizione 2018 è in programma, come d’altronde nel resto dell’Europa, per il prossimo 25 maggio a partire dalle 18.00. Un evento che in Ticino si terrà anche a Lugano e a Massagno, Comuni in cui da vari anni la Festa viene organizzata. Stesso discorso per molti altri Comuni in Svizzera, soprattutto in quelli della Romandia che si sono sempre dimostrati molto sensibili verso questo evento che ha le sue radici a Parigi, città che ha dato i natali alla Festa dei Vicini nel 1999.
I tre sodalizi hanno ottenuto oltre al prezioso sostegno della Città, anche quello del Delegato Cantonale all’integrazione degli stranieri.
 
Come funziona
La Festa dei Vicini deve comunque nascere dal basso, dagli abitanti stessi di un medesimo palazzo o quartiere i quali nella data stabilità per l’evento si possono trovare per brindare o mangiare qualcosa e trascorrere qualche ora insieme. L'idea è che tutti partecipino all'organizzazione della festa portando il loro contributo (ad esempio da bere, da mangiare o qualche elemento decorativo). Il ruolo delle Associazioni di quartiere e la pro loco, promotrici dell’evento a Locarno è pertanto soprattutto quello di sensibilizzare la popolazione, incentivandola a partecipare numerosa alla Festa sia all’interno dei rispettivi comparti sia se del caso in altre zone della Città. Per cercare di dare maggiore visibilità alla manifestazione sono state invitate ad una riunione informativa anche una decina di amministrazioni immobiliari, possibilmente accompagnate dai rispettivi custodi, che sappiamo essere figure perno nei palazzi! Uno scambio utile che ha permesso di portare anche alcuni interessanti temi da sviluppare e condividere sicuramente in un secondo momento. Grazie alla proficua collaborazione con la direzione e i docenti, è pure stato indetto il concorso ”Anch’io incontro il mio vicino”, rivolto a tutte le classi di scuola elementare di Locarno.
Alcuni consigli pratici
Per facilitare l’organizzazione della Festa è stato preparato del materiale informativo che tutti i fuochi di Locarno riceveranno per posta e che sarà anche reperibile e scaricabile direttamente dal sito internet della Città (www.locarno.ch) o che si potrà ritirare in Cancelleria (sportello direttamente sotto i portici di Palazzo Marcacci). 
Intanto si consiglia già sin d’ora a chi è interessato ad organizzare la Festa di individuare un luogo adatto, come ad esempio gli spazi comuni degli edifici: giardini, cortili, pianerottoli, strade private e se possibile prevedere un’alternativa in caso di pioggia; di pensare al materiale che serve come: tavoli, sedie, panche, contenitori per la separazione dei rifiuti, ecc.; di provvedere al cibo, alle bevande, suddividendosi i compiti per l’acquisto e la preparazione e, infine, di non dimenticate i bambini, i nuovi arrivati, gli anziani e gli invalidi creando per loro, dove si rende necessario, situazioni logistiche idonee.
Ad oggi sono già state pensate da parte delle due Associazioni alcune postazioni (solo se non piove).

  1. Nel posteggio in faccia all’entrata delle Scuole Medie di Via G. Varesi 30 (come finora)
  2. Lungo Via Francesco Ballerini all’altezza del Minigolf (un’unica grande postazione, non più due piccole)
  3. Dietro la Falconeria, in Via Angelo Nessi a partire dall’incrocio con Via delle Scuole (nuovo)