Gli amici di Salvini lasciano l'Italia nel suo "brodo"

Gli amici di Salvini lasciano l'Italia nel suo "brodo"

Luglio 15, 2018 - 16:14
Posted in:

Il leader ceco Babis, come prevedibile, risponde "picche" alla richiesta dell'Italia all'Ue di accogliere parte dei migranti in arrivo nella Penisola.

Non smette di dividere l'Europa la questione migranti. Oggi il governo italiano di Giuseppe Conte ha ottenuto dalla Germania di Angela Merkel di accogliere le richieste italiane e farsi carico di 50 dei 450 migranti fermi in mare davanti a Pozzallo, al cui sbarco si oppone il ministro degli Interni e leader della Lega Matteo Salvini. Anche Francia e Malta hanno deciso di accogliere 50 personte ciascuno.

Chi invece proprio non vuole saperne di accogliere qualcuno sono gli alleati europei di Salvini in Europa dell'Est, i Paesi del cosiddetto gruppo di Visengrad (Ungheria, Polonia, repubblica Ceca e Slovacchia). Il pemier ceco Andrej Babis, che ha ricevuto come gli altri 27 leader europei la lettera di Conte, che chiedeva una maggior solidarietà europea nell'accogliere i migranti che giungono in Italia, ha risposto picche.
"Ho ricevuto la lettera del premier italiano Giuseppe Conte", ha scritto su Twitter, "in cui chiede all'Ue di occuparsi di una parte delle 450 persone ora in mare. Un tale approccio è la strada per l'inferno".  "Il nostro Paese - prosegue - non riceverà alcun migrante, l'unica soluzione alla crisi migratoria è il modello australiano, cioé non fare sbarcare i migranti in Europa".