I colossi del web frenano sul bitcoin

I colossi del web frenano sul bitcoin

Luglio 30, 2018 - 07:08
Posted in:

Dopo Apple anche Google mette un freno alle app per generare criptovaluta.

Dopo Apple anche Google dà il via a un giro di vite sulle monete virtuali. Big G ha infatti vietato la presenza di applicazioni che fanno mining (ovvero di generare nuova valuta) di criptovaluta sul suo Play Store, come già fatto appunto dalla Mela. “Sono vietate le app che consentono il mining di criptovaluta sui dispositivi. Sono consentite le app che gestiscono da remoto il mining di criptovaluta”, è l’indicazione data all’indirizzo degli sviluppatori. Rimangono concesse le applicazioni che fungono da “portafoglio” per bitcoin e simili.
A maggio la stretta riguardava invece le pubblicità ingannevoli sulle monete virtuali. L’azienda aveva bandito le pubblicità che promettevano guadagni assicurati con le criptovalute. Pure Facebook aveva operato una scelta simile.