I liberali sulla Via Crucis...

I liberali sulla Via Crucis...

Giugno 26, 2017 - 08:10
Posted in:

L'Associazione Incontri liberali alla scoperta della valle Onsernone...

La Valle Onsernone, dalla Via Crucis alla lavorazione della paglia, da Comologno fin giù a Loco.

L'Associazione Incontri liberali di Lugano, presieduta da Mari Luz Besomi, organizzava ieri una visita alla valle locarnese, partendo dal nucleo di Comologno, in cima (o quasi) alla valle Onsernone, con il suo nucleo affrescato, la Via Crucis e la Casa Barca, le cui storie sono state raccontare dalla "guida" Vasco Gamboni. Poi si è scesi a Russo.

 

Qui durante il pranzo, si è avuta l'occasione di conoscere un'altra tipicità di questa valle: la farina bona. Questo tipo di farina, conosciuto con vari nomi, che si ottiene macinando il mais tostato (e prima della diffusione del mais la segale), è stato per secoli un prodotto largamente usato nell'alimentazione degli onsernonesi. Negli ultimi anni questa produzione è stata "riscoperta", grazie anche all'attività dell'Associazione Amici della Farina Bona. Il presidente di questa associazione, Ilario Garbani, ha spiegato presso il Ristorante della Posta, alla presenza del sindaco di Onsernone Cristiano Terribilini e del vicesindaco Marco Garbani Nerini, la storia e la riscoperta di questa farina, che sta attualmente conoscendo anche un discreto successo commerciale nonostante la produzione limitata.

 

A seguire la comitiva è ripartita verso Berzona, alla volte dell'atelier di Pagliarte. La lavorazione della paglia in Onsernone è stata un tempo una fiorente attività economica già a partire dal 16esimo secolo. I cappelli di paglia Onsernonresi, hanno spiegato la presidente dell'associazione Pagliarte Lara Blumer e la membra Mariapia Gamboni, venivano commerciati ben oltre i confini del Ticino, addirittura oltreoceano.