Il freddo dalla Siberia continua. Decine i morti

Il freddo dalla Siberia continua. Decine i morti

Febbraio 28, 2018 - 07:42

Continua l'ondata di freddo in Europa. Numerose persone, in prevalenza senza tetto, sono morte assiderate.

Continua la morsa del gelo in Europa. Dallo scorso venerdì almeno 20 persone sono morte per il freddo e la colonnina di mercurio ha segnato in molti Paesi livelli di diverse decine di gradi sotto lo zero.
Ben 24 sono i morti segnalati a causa del gelo, in prevalenza senzatetto. 9 in Polonia, cinque di essi durante la notte fra lunedì e martedì. Quattro persone sono decedute in Francia, cinque in Lituania. Decessi sono pure riportati in Repubblica ceca e in Romania. Anche a Milano nella notte fra lunedì e martedì un clochard è morto assiderato.
Nella notte appena trascorsa le temperature hanno segnato picchi di  -24 in Germania, -29 in Estonia,-18 nella Repubblica Ceca e -40 in Svezia. -40 anche nella vicina Penisola, a Dolina Campoluzzo, a 100 chilometri da Venezia, 1'768 metri sul livello del mare. In Italia sono imbiancate dalla neve anche Roma, dove le scuole sono rimaste chiuse, e Napoli, da dove da più di mezzo secolo non si vedeva una nevicata come questa.
In Svizzera il record di freddo lo segna Glattalp, a 1'850 metri, con -38 gradi centigradi.
Il Ticino può considerarsi piuttosto fortunato sul fronte delle temperature. Nella notte appena trascorsa in pianura le temperature sono scese nella gran parte delle zone non oltre i -5 gradi centigradi.