Il "fu Partito agrario" dice sì agli sgravi... e sulle firme serve uno sprint

Il "fu Partito agrario" dice sì agli sgravi... e sulle firme serve uno sprint

Aprile 10, 2018 - 21:44
Posted in:

Questa sera l’Udc Ticino era riunita in comitato cantonale.

Il comitato cantonale dell'Udc era riunito questa sera a Rivera. L'ordine del giorno vedeva la decisione sulla posizione del partito sulla votazione del 29 aprile sulla riforma fiscale sociale.
Ad inizio di comitato il presidente ha però anche aggiornato la sala sulla raccolta firme sul referendum, lanciato da Udc, Area Liberale e Unione democratica federale, sulla sperimentazione della riforma della scuola media "La scuola che verrà" del ministro socialista Manuele Bertoli. Lo stato della raccolta firme, ha detto il presidente,trascorsa la meta del tempo a disposizione, è di "circa la metà" delle firme raccolte (tenendo in considerazione 8'000 firme per avere un buon margine di sicurezza). La raccolta firme, in leggero ritardo sulla tabella di marcia, dovrebbe comunque andare in porto, ma, ha ammonito Marchesi il comitato, solo con il necessario impegno da parte di tutti.
Il comitato democentrista ha anche dato all’unanimità il suo sostegno alla “parte fiscale” in votazione il prossimo 29 aprile (dopo il riuscito referendum della sinistra) del pacchetto fiscale sociale. Dalla sala in molti, compresi il segretario cantonale Eros Mellini e il presidente Marchesi, hanno evidenziato come, in merito agli “sgravi”, sia opportuno non avere un'eccessiva pressione fiscale sugli alti redditi, che possono facilmente cambiare domicilio.
Infine Marchesi ha presentato il progetto di un libro sulla storia dei 100 anni dell’Unione democratica di centro in Ticino, nata come Partito Agrario. Il progetto è nato dallo spunto di Giovanni Maria Staffieri, appassionato di storia e con un ricco archivio sulla storia del partito. L’opera si avvarrà anche della collaborazione del ricercatore dell’Università di Losanna (a capo dell’Osservatorio della vita politica regionale) Oscar Mazzoleni, e dello storico ticinese Fabrizio Mena. Il libro ripercorrerà  i 100 anni di storia del partito, le personalità di spicco e i risultati elettorali. La pubblicazione è prevista fra circa un anno e mezzo e la raccolta fondi per sostenere i costi è già partita.