Il Pd sull’orlo del baratro, perde anche la sede

Il Pd sull’orlo del baratro, perde anche la sede

Giugno 09, 2018 - 20:48
Posted in:

Dopo i dipendenti in cassa integrazione, il Pd italiano è costretto a lasciare la sede di Piazza del Nazzareno. 


Tempi difficili per il Partito democratico italiano. Dopo la batosta elettorale del 4 marzo anche le casse del partito sono ormai allo stremo. Le entrate garantite dal gruppo parlamentare, dimezzato dopo l’ultima tornata elettorale, sono anch’esse praticamente la metà della scorsa legislatura. Circa un’ottantina di dipendenti del partito sono in cassa integrazione e ora, come riporta il Corriere  della Sera, in un articolo firmato da Maria Teresa Meli, il Pd sarebbe costretto al lasciare la sede centrale di Roma a Largo del Nazzareno, troppo costosa per le dissestate finanze dei democratici italiani. “Costa troppo”, riporta il Corriere della Sera, “circa mezzo milione di euro l’anno. Il trasloco è previsto per il prossimo settembre. Ma se non si riuscisse a fare in tempo per quella data, in autunno al massimo il Pd lascerà comunque la sede, che occupava dal 2009”. Il segretario reggente del partito Maurizio Martina ufficialmente “continua a smentire sebbene con sempre minore vigore”.
Dulcis in fundo in vista della amministrative di questa domenica, “da molte federazioni (dalla Sicilia, per esempio) era giunta la richiesta che nessuno del gruppo dirigente nazionale si facesse vedere in campagna elettorale. Unico ospite gradito, Paolo Gentiloni”.