Il Pulitzer va a un rapper

Il Pulitzer va a un rapper

Aprile 17, 2018 - 12:50

Kendrick Lamar è il primo rapper a vincere il Pulitzer per la musica.

Per la prima volta il premio Pulitzer per la musica va ad un rapper. Il riconoscimento, con alle spalle 102 anni di storia e che fa parte dei premi che portano il nome del giornalista ungherese naturalizzato statunitense Joseph Pulitzer (il più noto è proprio il Pulitzer per il giornalismo), era stato in passato assegnato a jazzisti i musicisti classici, ma mai ad un esponente della scena hip-hop. L’edizione 2018 è stata vinta dal 30enne rapper di Los Angeles Kendrick Lamar, per il suo album Damn. “Una pietra miliare messa a segno per la capacità di raccontare l'esperienza afro-americana”, secondo la giuria, che "offre istantanee che catturano la complessità della vita moderna afro-americana”.
Sul fronte del giornalismo ad essere premiati sono stati, per le inchieste, il New York Times e il Washington Post per le loro indagini sul Russiagate, mentre per la categoria servizio pubblico, sempre il New York Times e il New Yorker, per gli scoop su Harvey Weinstein e lo scandalo molestie.