"Intendevo dire il contrario di quello che ho detto"

"Intendevo dire il contrario di quello che ho detto"

Luglio 18, 2018 - 08:29
Posted in:

Trump, in seguito alle pressioni unanimi, fa marcia indietro: "si, sono stati i russi".

Le dichiarazioni del presidente Usa Donald Trump a margine del vertice con il suo omologo russo Vladimir Putin a Helsinki, avevano scatenato in patria, negli States, una bufera di polemiche sul “commander in chief”. Trump era stato accusato di “resa incondizionata” a Putin, di smentire il suo stesso Dipartimento di Giustizia, perfino di “tradimento”, di aver "creduto al Kgb e non alla Cia” (come detto dal senatore democratico Chuck Schumer). Oggetto del contendere i risultati delle indagini condotte negli Stati Uniti sulle interferenze russe sulle elezioni nord americane. Trump si è detto d’accordo con Putin, negando che vi siano effettivamente state.
Tornato a Washington ha trovato la capitale in subbuglio, con i senatori repubblicani piuttosto imbarazzati, intenti a prendere le distanze dalle dichiarazioni del presidente. Pure Fox News questa volta si è schierata contro il presidente Usa.
“Questa volta l’ho fatta grossa”, deve aver pensato Trump. Così… come non detto! “Intendevo dire il contrario”, ha dichiarato. "Ho piena fiducia e sostegno nell'intelligence degli Stati Uniti" e "accetto" le conclusioni degli 007 sulle ingerenze russe. A meno di 24 ore di distanza dall'incontro con Putin, Trump è costretto a un "dietrofront" forse per la prima volta così palese (e imbarazzante).