l Ps Ticino ha una commissione cerca. Bertini ha un'anima verde?

l Ps Ticino ha una commissione cerca. Bertini ha un'anima verde?

Aprile 24, 2018 - 18:26
Posted in:

Il Ps Ticino si sta già attivando per "salvare il seggio". A Lugano si moltiplicano gli "ambientalisti"?

Ogni tanto ci sono notizie un po' contraddittorie. Da una parte a Lugano si fa un gran parlare del ritorno del sereno sulle finanze comunali, tanto che c'è chi si sta preparando per rivendicare un ulteriore abbassamento del moltiplicatore. Dall'altra si aumentano le tariffe agli autosili, come denunciato dai due consiglieri comunali liberali Viscardi e Nacarogu (vedi qui).
Ora se l'innalzamento delle tariffe all'autosilo Motta e affini è dettato da ragioni ecologiche (tradotto, seguire la linea di un ex consigliere comunale di Lugano come Stojanovic, che ha sempre chiesto la soppressione di parcheggi in centro per ridurre il numero di auto e incentivare l'uso dei trasporti pubblici) è un conto, ma se l'unica motivazione è quella di fare cassa allora no. Mica c'erano troppi soldi nelle casse di Lugano? Le tariffe dei posteggi a Lugano è tema di competenza del municipale Bertini e sarebbe bello capire se il vicesindaco abbia sposato le teorie ecologiche di Nenad Stojanovic o meno. Chi l'avrebbe mai detto che in Bertini ci fosse un'anima così ambientalista... . O sbagliamo? E il tutto si riduce a far cassa, in vista della prossima riduzione di moltiplicatore?
 
 
**********
 
 
Domani sera il comitato cantonale del Ps Ticino sarà informato che è stata costituita una Commissione Cerca in vista delle elezioni cantonali. Commissione di cui fanno parte Marlis Gianferrari, per molti anni segretaria amministrativa del Ps Ticino e come tale grande conoscitrice del partito, da sempre vicina a Martinelli e Bertoli, Adriano Venuti membro della direzione cantonale e “carrobbiano" di ferro, Chaira Salvini, poco conosciuta ai più, ma esponente di Giso e come tale più vicina a Marina Carobbio che a Manuele Bertoli ed infine il "pezzo da 90", Fabio Pedrina, nato politicamente ai margini della sinistra radicale (come il fratello Vasco) e poi piano piano spostatosi su posizione sempre più moderate, fino ad essere stato in Consiglio nazionale uno dei principali sostenitori della legge per la liberalizzazione del mercato elettrico.
In realtà la Commissione Cerca dovrebbe essere istituita e votata dal comitato cantonale (è stata una modifica statutaria fortemente voluta nel 2008 da Clio Rossi, attuale membro della direzione del Ps Ticino, dopo i "casini" del 2007 quando il congresso impose contro l'establishment del partito la candidatura per il Governo di Franco Lurà), ma oggi fra i socialisti non c'è nessuno che vuole soffermarsi sui formalismi. E dunque sembrerebbe che il buon Venuti abbia già dato la sveglia a tutto il partito per attivarsi nel trovare nomi per le prossime elezioni.
In ballo per il Ps Ticino c'è la possibilità di essere estromessi dal Consiglio di Stato. Dunque bisogna darsi da fare per salvare la permanenza in Governo. E trovare 5 nomi per il Consiglio di Stato a cui affiancarne 90 per il Gran Consiglio. Non solo. Poi il Ps Ticino cercherà di portare sulla propria barca i comunisti, l'Mps (che probabilmente declinerà l'offerta) e i Verdi. Senza dimenticare il Pop e il Forum Alternativo. Obiettivo: tutti uniti per salvare il seggio in Governo. Non è la rivoluzione, ma è quello che passa in convento oggi.