La riforma di Trump premia la finanza e l'industria e penalizza i tecnologici

La riforma di Trump premia la finanza e l'industria e penalizza i tecnologici

Dicembre 05, 2017 - 12:33
Posted in:

Ad essere particolarmente avantaggiate qualora fosse approvato il taglio della tassazione per le imprese negli Usa a trarne particolare beneficio sarebbero l'industra e la finanza.

Stando a Goldman Sachs, ae la riforma fiscale sulla tassazione delle aziende dovesse essere approvata dal Congresso Usa, come fatto dal Senato, gli utili per le società statunitensi potrebbero crescere del 14% nel 2018, come riferisce oggi il protale Business Isider Italia.
"Nel piano dei Repubblicani", spiega l'articolo a firma di Roberta Castellarin, "la tassazione sarà tagliata dal 35% al 20% e le aziende potranno riportare  negli Stati Uniti quei 2,5 trilioni di dollari detenuti oltreoceano a un costo molto più basso".
Ad essere particolarmente avvantaggiati dalla riforma sarebbero i settori dell'industria e della finanza, come spiega Business Insider: "Dal punto di vista dei settori l’investment bank ha alzato il giudizio per gli industriali a overweight perché i settore beneficia sia un trend positivo in termini di spesa per investimenti sia dello scenario di forte crescita economica. Mentre i finanziari possono contare sull’effetto positivo dei tassi più alti e di un processo di deregulation".
 Anche le società biotech potranno trarre beneficio dalla riforma, secondo Pictet asset management, citata nell'articolo: "mette tra i vincitori anche le società del Biotech . Sottolineano da Pictet am: "Ciò che conta ancora di più per il Biotech  è che ancora non sono stati prezzati i vantaggi legati alla riforma fiscale, che potrebbe costituire un incentivo per l’attività di M&A nel settore".
Discorso diverso invece per le società attive nel settore della tecnologia. "Dal punto di vista invece dei settori verso i quali essere più cauti, secondo Goldman Sachs c’è quello dell’information technology che ottiene un giudizio neutral perché questo comparto genera la maggior parte dei ricavi oltreoceano e quindi beneficerà meno della riforma fiscale rispetto ai titoli domestici",, spiega l'articolo. "Per di più il settore si è apprezzato molto nel 2017 e ora i titoli trattano con un rapporto p/e (prezzo su utili) di 19 volte".