Le due Coree verso la "tregua olimpica"

Le due Coree verso la "tregua olimpica"

Gennaio 02, 2018 - 08:06
Posted in:

La Corea del Sud acoglie positivamente l'avvio di un dialogo per permettere ad una delegazione della Corea del Nord di partecipare ai giochi olimpici di Pyeongchang.

La partecipazione di atleti nordcoreani alle 23esime olimpiadi invernali di Pyeongchang, in Corea del Sud, previste per febbraio, è stata accolta con apertura da parte di Seul. A lanciare la richiesta era stata la Corea del Nord. Durante il discorso di capodanno il leader della Corea popolare Kim Jong-un aveva avanzato l'ipotesi di una "tregua olimpica" e dell'avvio di un dialogo con i cugini del sud a tal proposito.
La Corea del Sud ha fatto sapere di aver accolto favorevolmente la proposta nordcoreana e propone la data del 9 gennaio per un colloquio riguardante la partecipazione nordcoreana ai giochi olimpici, come riporta la Bbc. Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha invitato i ministeri dell'Unificazione e dello Sport "a dare rapidamente seguito a misure per riavviare un dialogo Nord-Sud". "Ci auguriamo che il Sud e il Nord possano sedersi faccia a faccia e discutere la partecipazione della delegazione nordcoreana ai Giochi di Pyeongchang e altre questioni di reciproco interesse per il miglioramento dei legami intercoreani", gli ha fatto eco il ministro dell'Unificazione della Corea del Sud Cho Myoung-gyon. Un miglioramento dei rapporti che tuttavia non può essere separato dalla questione nucleare, ha detto il presidente Moon. Nel suo messaggio di Capodanno il leader nordcoreano aveva ribadito la volontà di proseguire con il programma nucleare, mandando un chiaro messaggio agli Usa: "il pulsante nucleare è sulla mia scrivania", aveva detto.
Alle olimpiadi in programma a Pyeongchang potrebbero arrivare due atleti nordocreani, Ryom Tae-Ok e Kim Ju-Sik, che si sono aggiudicati il pass per le gare a cinque cerchi nel pattinaggio artistico. Il regime nordocreano non avrebbe tuttavia avviato le pratiche per il rilascio del permesso di varcare il confine, e ora, scaduti i termini, è necessaria una finestra ad hoc.