LIA: "peccato buttar via tutto per troppa fretta"

LIA: "peccato buttar via tutto per troppa fretta"

Settembre 06, 2018 - 19:00
Posted in:

Non è detta ancora l’ultima parola, per quanto riguarda il Gran Consiglio, sull’abrogazione della LIA. Accanto al rapporto di maggioranza, che, in linea con il Governo, chiede l’abrogazione della Legge sulle imprese artigianali, il deputato Plr presenterà un rapporto che ne chiede il congelamento, per garantire il tempo per trovare eventuali soluzioni di ripiego.
Giorgio Galusero ci spiega quali sarebbero i vantaggi di questa proposta.

Giorgio Galusero, lei intende presentare un rapporto di minoranza che chiede di congelare, anziché abrogare, la LIA (Legge sulle imprese artigianali). Quali vantaggi presenta questa variante?
Con il congelamento, come per altro dice il rapporto di maggioranza, vi sarebbe la possibilità di studiare delle possibili alternative. La nostra proposta è di congelare la legge per qualche mese per permettere alla sottocommissione di presentare un rapporto finale. Se questo dirà che la LIA non serve, saremo anche noi d'accordo con l’abrogazione. Se vi sono però delle alternative da esplorare vale la pena farlo.

Dal vostro punto di vista uno strumento a tutela degli artigiani locali è necessario?
Sicuramente. La LIA ha dato anche dei risultati positivi. Sarebbe un peccato buttare via tutto per la fretta di giungere alla votazione in Gran Consiglio già a settembre. È necessario fare uno sforzo politico per avere una soluzione che tuteli i nostri bravissimi artigiani, che se lo meritano. 


Dunque dal suo punto di vista, nessuna abrogazione finché non vi sarà un'alternativa?
Oppure fino a quando vi sarà la certezza che non vi sono alternative possibili. 


Quanto ha pesato nella sua proposta di un congelamento l’eventualità che venga indetto un referendum all'abrogazione della legge?
Per nulla. La possibilità di un referendum l'ho sentita quando avevamo già discusso la questione all'interno del gruppo Plr. Avevamo già preso la nostra decisione. 


Quella del congelamento potrebbe essere però una soluzione di compromesso?
Può darsi. È probabile che dovesse venire accettata la nostra soluzione il referendum sarà rinviato o non avverrà, se si trovano delle alternative. 


Il presidente del Ppd Fiorenzo Dadò, da noi intervistato, ci ha dichiarato che non sosterrà la proposta del congelamento. Quali sono le chances concrete che la sua proposta venga accettata?
Se il Ppd si schiererà contro le chances sono minime. Noi faremo comunque uno sforzo per far passare la nostra proposta. Anche se perderemo avremo fatto un tentativo a tutela degli artigiani.