Lisa Bosia Mirra è tornata in Ticino: ad accoglierla Amnesty e un'europarlamentare

Lisa Bosia Mirra è tornata in Ticino: ad accoglierla Amnesty e un'europarlamentare

Dicembre 10, 2017 - 22:50
Posted in:

Oggi a Bellinzona "Bainvegni Fugitivs Marsch" di Lisa Bosia, dopo 1'000 chilometri attraverso la Svizzera, è giunta a conclusione.

Sotto la prima neve dell'anno, a Bellinzona, alla birreria Bavarese, a pochi metri dalla stazione ferroviaria, oggi è arrivata la granconsigliera socialista Lisa Bosia Mirra, a conclusione della sua marcia "Bainvegni Fugitivs Marsch", che ha percorso tutta la Svizzera per chiedere una politica migratoria più umana.
Ad accogliere Bosia e le sue compagne di viaggio, al Bavarese, c'era Amnesty International, che nel noto locale pubblico di Bellinzona ha organizzato un momento di discussione politica (con gli interventi della stessa granconsigliera e dell'europarlamentare Elly Schlein) e di convivialità con spuntini, musica e vin brulé.
Molte le persone accorse al Bavarese (di fatto gremito, tanto da non riuscire a muoversi all'interno del bar), fra cui la consigliera nazionale socialista Marina Carobbio, l'ex vicepresidente cantonale del Ps Ticino  Damiano Bozzini, Giancarlo Nava, e tanti altri.
Il momento clou è stato quando Elly Schlein ha voluto mettere in evidenza la riforma degli accordi di Dublino approvata dall'Europarlamento.
Sull'evento di oggi, Ticinotoday tornerà nei prossimi giorni, con due interviste.