Lo “slime” che intossica i bambini. Ma su YouTube spopolano le guide fai-da-te

Lo “slime” che intossica i bambini. Ma su YouTube spopolano le guide fai-da-te

Maggio 07, 2018 - 17:19

Le autorità francesi hanno diramato un’avvertenza sulla pericolosità delle gelatine colorate. Possono provocare “irritazioni cutanee importanti”.

Sembrano innocue gelatine colorate con cui i bambini giocano, ma possono provocare irritazioni cutanee e anche avvelenamenti. L’allarme arriva dalla Francia, dove l'Agenzia nazionale della sicurezza sanitaria francese e la direzione generale che si occupa di concorrenza, consumi e frodi hanno avvisato la popolazione che i cosiddetti slime possono provocare “irritazioni cutanee importanti”. A destare preoccupazione è il fatto che su YouTube spopolano guide video su come produrre in casa, con svariati componenti, che vanno dalla colla liquida, ai detergenti fino, alle tinte artificiali, degli slime fai-da-te. Ovviamente pochi di questi video sono realizzati da persone con competenze in materia, e si sono moltiplicati i casi di problemi sanitari causati da queste gelatine. "L'ingrediente principe per fabbricare lo slime è la colla per carta liquida, spesso venduta in grossi flaconi”, segnalano le autorità francesi. “Queste colle contengono conservanti, come la formaldeide e altre sostanze che provocano molte allergie della pelle, ma anche solventi, come l'etanolo e l'acetato di etile, responsabili di irritazioni delle vie respiratorie”. Addirittura alcune ricette fai-da-te prevedono l’utilizzo di boro in polvere. La manipolazione regolare  da parte dei bambini dell’acido borico può "compromettere la fertilità di un individuo o lo sviluppo del feto”, avvisano le autorità francesi. Repubblica segnala anche in Italia casi di intossicazione dovuta all’ingestione di borace.
Ma anche sui kit già pronti per preparare lo slime le autorità francesi sono intervenute. Essi sono "un problema”, spiegano, ”perché spesso anche quando vengono utilizzati i kit già pronti, gli utilizzatori non seguono attentamente le istruzioni per l'uso. Ed è dunque fondamentale che i genitori seguano con attenzione cosa fanno i figli quando giocano con questi materiali”. Due di questi kit sono già stati ritirati dal mercato.