"OKKIO d'oro alla Lega che dice sì, OKKIO nero a quella che dice no"

"OKKIO d'oro alla Lega che dice sì, OKKIO nero a quella che dice no"

Maggio 07, 2017 - 19:32
Posted in:

 L'associazione OKKIO (Osservatorio per la gestione ecosostenibile dei rifiuti), assegna anche quest'anno i suoi premi a chi si è più distinto nella gestione eco-sostenibile dei rifiuti, e quello a chi si è distinto ma, a detta di OKKIO, in negativo. Quest'anno sia l'OKKIO d'oro che quello nero vanno alla Lega, il primo a quella parte che si è pronunciata a favore della Tassa sul sacco, il secondo a quella che non la vuole. 

Per la settima volta, OKKIO, l’osservatorio per la gestione ecosostenibile dei rifiuti, che da vari anni opera nella sensibilizzazione di cittadini e autorità sull’importanza della separazione e del successivo riciclaggio dei rifiuti solidi urbani (RSU) assegna il suo attestato di lode l’OKKIO d’oro, a chi si distingue nella promozione della gestione ecosostenibile dei rifiuti, e quello di biasimo, l’OKKIO nero a chi invece fa il contrario.
 
Il 21 maggio saremo chiamati a votare la modifica di legge che stabilisce il prezzo del sacco di RSU a livello cantonale, e alla quale un gruppo interno della Lega dei Ticinesi, fedele alla linea avuta su questo tema dal fondatore del movimento, ha interposto referendum.
 
Chi, come noi di OKKIO, si è dato la briga di studiare la materia sa che:
È UN DIRITTO DEI CITTADINI, pagare solo per i propri rifiuti
e la tassa sul sacco è:
DEMOCRATICA
perché rispetta l’impegno dei cittadini e ne riconosce i diritti
perché permette di pagare solo per i propri rifiuti
perché è conforme alle leggi federali e cantonali in vigore
perché l’autonomia comunale viene ampiamente rispettata
ECONOMICA
perché separare costa meno
perché fa risparmiare circa 6.8 milioni di franchi di soli costi di smaltimento in Ticino
(di cui 1.7 milioni solo a Lugano)
A parte per Lugano, che paga i rifiuti con le imposte, non è una tassa in più
 
ECOLOGICA
perché mantiene il nostro territorio più pulito per i nostri figli
perché all’inceneritore di Giubiasco
-non saranno bruciati inutilmente circa 37'000 tonnellate di RSU.
-non saranno prodotte circa 8'000 tonnellate di scorie altamente inquinate
-non saranno prodotte circa 23’00 tonnellate di CO2
 
Malgrado tutti questi aspetti positivi, i referendisti ne rifiutano l’introduzione con una inspiegabile demagogica opposizione usando l’arma della disinformazione.
 
 
Leggere sui quotidiani, sui social e anche nell’edizione del 7 maggio, del Mattino della Domenica che un numero importante di rappresentanti di quel Movimento che siedono in Consiglio di Stato, Gran Consiglio, Municipi e Consigli Comunali, finalmente si schiera a favore della sua applicazione, motivando la loro scelta con gli stessi argomenti che OKKIO divulga da anni, merita il nostro plauso. E il biasimo a chi invece continua a dire no.
 
La consegna degli attestati è prevista Venerdì 12 Maggio a Ti-Riciclo, la fiera del riciclaggio al Centro esposizioni di Lugano dove OKKIO e il Comitato di Cittadini e Associazioni per l’ambiente saranno presenti con uno stand per promuovere il SÌ alla Tassa sul sacco e rispondere a tutte le domande che i cittadini desiderano porci sul tema.
 
Per la consegna dell’OKKIO d’oro, in rappresentanza di tutti gli appartenenti alla Lega che sostengono la Tassa sul sacco abbiamo invitato il Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento del territorio On. Claudio Zali, e il Presidente del Gran Consiglio On Fabio Badasci
 
Per la consegna dell’OKKIO nero, l’invito l’abbiamo trasmesso al primo firmatario del referendum Sigr, Attilio Bignasca.