Piano cantonale delle aggregazioni: la risposta del Ps

Piano cantonale delle aggregazioni: la risposta del Ps

Novembre 13, 2017 - 19:08
Posted in:

Pubblichiamo il seguente comunicato stampa del Ps Ticino inerente la consultazione sul Piano Cantonale delle Aggregazioni. 

Punti principali
 
- Non prendiamo posizione sui comprensori, tema da affrontare a scala comunale/regionale.
- Siamo contro la realizzazione a tappe degli scenari
- Siamo per un’estensione del limite di 6 anni (dall’approvazione del GC!) per l’utilizzo dei crediti.
- Osserviamo inoltre:
 
• La disomogeneità delle realtà comunali proposte creerà problemi nella realizzazione di una politica regionale di sviluppo condivisa, per il disequilibrio tra i poli e gli altri Comuni, di solito molto più piccoli per popolazione e impatto finanziario e spesso anche per estensione.
 
• La partecipazione dei cittadini nei Comuni aggregati non è ancora stata risolta in modo convincente (cfr la mozione di Gianrico Corti del 2015) e dovrà essere affrontata con impegno.                               
 
• La pianificazione del territorio deve diventare regionale anche dopo la realizzazione del piano delle aggregazioni. Così, i programmi di agglomerato devono trovare una sede competente e legittimata democraticamente.
 
• Il programma TI2020 dovrà realizzare la coerenza con questo PCA e affrontare il tema delicato del passaggio di determinati compiti pianificatori e operativi dai Comuni al Cantone.