Pronzini batte i record di Quadri. L'Udc festeggia i 10 anni dei suoi giovani con un Chiesa sempre più leader

Pronzini batte i record di Quadri. L'Udc festeggia i 10 anni dei suoi giovani con un Chiesa sempre più leader

Dicembre 04, 2017 - 06:59
Posted in:

Pronzini non si ferma più e Chiesa si profila come "uomo da esecutivo". Ghisletta cerca la sponda con l'Asib.

A festeggiare i 10 anni della sezione giovanile dell'Udc Ticino, ieri alla sala Aragonite di Manno (vedi qui), non c'erano le folle oceaniche.
C'erano più i "grandi" dell'Udc, che i giovani. Anche se fra i "grandi" si notavano molte assenze, soprattutto dal bellinzonese. Infatti non c'erano né Orlando Del Don, né Tuto Rossi.
Ovviamente c'era il "tridente" che per anni ha animato la sezione giovanile dell'Udc Ticino, ossia Lara Filippini, Alain Bühler e Luca Paltenghi. C'era anche l'ex consigliere nazionale zurighese Hans Fehr che nel suo discorso ha voluto ricordare le rivendicazioni dell'Asni, Associazione per una Svizzera neutrale ed indipendente, di cui è stato leader per molti anni.
Non poteva mancare il consigliere nazionale ticinese Marco Chiesa che dal palco con molta disinvoltura ha pronunciato il suo discorso. A braccio, Chiesa ha fatto il suo discorso non particolarmente prolisso, evitando di annoiare il suo pubblico, mostrando l'abilità che un politico deve avere quando parla ad una platea. Con toni pacati e moderati, Marco Chiesa, è sembrato più un uomo da esecutivo che leader delle barricate. Ma l'Udc, piano, piano consolida le sue posizioni anche in Ticino e se domani dovesse puntare alla corsa al Governo, certamente il suo candidato ce l'ha già.

**********

 
Raoul Ghisletta scende in campo con un atto parlamentare in difesa dei dipendenti della Six Group di Bedano e cerca un assist con l'Asib, il sindacato dei bancari. Interessante visto che quest'ultima organizzazione dispone di un suo rappresentante nel Parlamento cantonale e ovviamente non è Ghisletta.
Che il segretario del sindacato dei dipendenti pubblici Vpod voglia espandersi?

**********

 
Il deputato Matteo Pronzini del Mps è un fiume in piena e fra interpellanze, mozioni ed interrogazioni, ormai è prossimo a battere i record collezionati in passato dall'allora granconsigliere Lorenzo Quadri. La produzione di atti parlamentari di Pronzini è così notevole che un media appena pubblica una sua interpellanza ecco che ne arriva subito un'altra. Oggettivamente è difficile starci dietro. Pronzini politicamente è da sempre schierato per una diminuzione delle ore di lavoro dei lavoratori, ma sembrerebbe che lui un faccia un minuto di pausa nella sua attività politica.
Ultimo atto l'interpellalza sulla nomina del succesore di Daniele Caverzasio dal cda dell'Eoc (vedi qui). Ma entro poche ore sicuramente ci manderà un altro atto parlamentare.
Diciamolo. Pronzini è lo "Stakanov" del Gran Consiglio.