Renzi contro tutti. E Benigni dedica un premio al “defunto” Pd

Renzi contro tutti. E Benigni dedica un premio al “defunto” Pd

Luglio 09, 2018 - 09:19
Posted in:

Martina è il nuovo segretario del Pd e Benigni gli fa un “elogio funebre”.
 

All’hotel Egrife di Roma il Partito democratico italiano era riunito in assemblea ieri. Dalla riunione è uscito il nome del nuovo segretario, l’ex ministro delle politiche agricole Maurizio Martina, già “reggente” dopo le dimissioni di Renzi dalla carica di segretario dopo il voto dello scorso marzo. A tener banco durante l’assemblea è stato ancora però l’ex premier Matteo Renzi. Nel suo discorso Renzi ha attaccato nemmeno tanto velatamente Paolo Gentiloni, che lo ha succeduto a Palazzo Chigi nella carica di premier. “Non è l’algida sobrietà che fa sognare un popolo”, ha detto Renzi, con un evidente riferimento a Gentiloni. “Imbarazzante, Matteo è stato veramente imbarazzante”, è stato il commento di Gentiloni espresso con qualche amico, come riporta il Corriere della Sera. Anche il neo segretario Martina e il sindaco di Milano Beppe Sala hanno criticato Renzi e difeso Gentiloni.
A parlare di Pd è stato ieri anche Roberto Benigni a Forte dei Marmi, dove era presente per ricevere il riconoscimento alla carriera del Premio Satira. Il regista de “La vita è bella”, pungente come al solito, ha fornito forse la sintesi più azzeccata della giornata: "Come si fa sempre in queste occasioni, voglio dedicare questo premio a chi non c'è più e per questo lo dedico al Pd”.