A rischio il più grande essere vivente della Terra

A rischio il più grande essere vivente della Terra

Novembre 01, 2017 - 06:00

Si chiama Pando ed è una colonia di pioppi tremuli nati dalle radici di un comune antenato. Ora la restrizione delle norme ambientali negli Usa rischia di causarne la fine.

Il suo nome deriva dal verbo latino pandere (estendersi, espandersi) ed oltre ad una delle foreste più belle degli Stati Uniti è anche un unicum biolocico. Pando è costituito da  40mila alberi di pioppo tremulo (Populus tremuloides), che costituiscono una colonia di cloni geneticamente identici, nati tutti dalle radici di un comune antenato nel corso di 80'000 anni. Distribuito su 42 ettari di superficie e con un peso stimato di 6'600 tonnellate si trova nello Utah,  nella foresta nazionale di Fishlake.

Ora il suo delicatissimo equilibrio potrebbe essere messo in pericolo dalla decisione dell'amministrazione Trump, intenzionata a eliminare alcune norme che vietano la costruzione di edifici nelle zone riserve naturali.