"Salviamo Bassa": un presidio contro il progetto dell'Ustra

"Salviamo Bassa": un presidio contro il progetto dell'Ustra

Settembre 25, 2018 - 07:54
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo la seguente comunicazione.
 
Crediamo a un diritto superiore che dovrebbe impegnare autorità e istituzioni a informare correttamente la popolazione, soprattutto quando viene toccata direttamente da sconvolgimenti legati a progetti faraonici che non prevedono possibilità di opposizione, tranne in alcuni dettagli marginali.
Alla richiesta sollecitata dalla popolazione ai comuni di San Vittore e Lumino riguardo Ustra A13 EP27 è seguita la farsa messa in scena con arroganza e sufficienza dai responsabili del progetto con la subdola complicità dei municipi, dove alle tante domande sono seguite sterili risposte sotto forma di slogan promozionali, evitando di entrare nel merito delle questioni sottoposte.
Questa forma di teatro è ormai diventata una recita costante che si replica in vari contesti, soprattutto quando sono compagini come Ustra e Ufam ma anche Ffs e Poste, divenute professioniste di una spinta speculazione, a imporsi nel ruolo di protagonista.
Come risposta e per rivendicare un diritto popolare di espressione, il gruppo "Salviamo Bassa" organizza un presidio trasversale, approfittando della presenza di alte autorità e alti funzionari alla prevista inaugurazione del Centro di controllo per veicoli pesanti di San Vittore.
Piccola chicca: il catering previsto all'ombra della piccola parte di bosco sopravvissuta alle ruspe è stato all'ultimo minuto blindato all'interno del Centro. Questo dopo aver ossessivamente indagato sulle voci di una possibile dimostrazione di protesta. Ma noi ci saremo!
 
Invito a tutta la popolazione al presidio 
BASTA USTRA e UFAM!
In risposta alla farsa messa in atto da Ustra a Lumino, con la compiacenza delle autorità comunali, il gruppo “Salviamo Bassa” indice un presidio pubblico venerdì 28 settembre in occasione dell’inaugurazione ufficiale del Centro di controllo dei veicoli pesanti N13 a San Vittore.
Appuntamento alle ore 14.00 al “Carrozon del Tuto”, a destra uscendo dal semisvincolo, per poi recarsi tutti assieme al Centro.
La prevaricazione e l’arroganza di Ustra che, tenendosi strettamente a braccetto Ufam, sta devastando ovunque il territorio, con progetti plurimilionari imposti dall’alto alla popolazione, senza consentire agli abitanti coinvolti il diritto di replica.
È ora di dire basta!
 
Per il gruppo "Salviamo Bassa"
Paola Casagrande, Bellinzona
Susanna Berni, Lumino
Claudio Gemetti, San Vittore