Sanremo parte col botto: Ermal Meta e Moro come Loredana Bertè?

Sanremo parte col botto: Ermal Meta e Moro come Loredana Bertè?

Febbraio 07, 2018 - 21:20

La prima serata del Festival della canzone italiana vede la prima polemica sulle presunte similitudini fra un brano in gara e uno risalente al 2016. Gli ascolti danno (per ora) ragione a Baglioni.

Parte in grande stile, sia per ascolti che per polemiche, la sessantottesima edizione del Festival di Sanremo.

La prima serata di ieri dell'edizione 2018 guidata da Claudio Baglioni, ha registrato 11 milioni di ascoltatori, il massimo dal 2015 e ben oltre gli ascolti dell'edizione dell'anno scorso guidata da Maria De Filippi (che proprio negli scorsi giorni aveva attaccato la conduzione di Baglioni). Per quanto riguarda i social media, Sanremo ha in poche ore ieri guadagnato 17mila follower.

A far discutere di più all'indomani della prima serata è stato però il caso del brano Non mi avete fatto niente di Ermal Meta e Fabrizio Moro sospesi  "in attesa di approfondimenti tuttora in corso sulla vicenda della presunta violazione del regolamento del Festival da parte della canzone". Già nella trasmissione DopoFestival andata in onda sulla Rai appena dopo la diretta dall'Ariston, erano state rilevate vistose similitudini fra il brano in gara e Silenzio, presentato a Sanremo Giovani nel 2016 (poi scartato) e scritto da Andrea Febo, lo stesso autore di Non mi avete fatto niente. Per la diretta di questa sera Meta e Moro saranno sostituiti da Renzo Rubino, previsto nella scaletta di domani. Domani probabilmente si avrà la decisione definitiva della direzione artistica sul brano.

Il caso ricorda quello di Loredana Bertè nel 2008, il cui brano Musica e Parole, fu escluso dal Festival poiché è risultato essere una riedizione del brano del 1988 L'ultimo segreto. Anche in questo caso per i due brani gli autori (Alberto Radius, per la musica, e Oscar Avogadro, per il testo) erano gli stessi. Nel caso del 2008 la Bertè era all'oscuro della similitudine fra i due brani.

Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno invece affidato ai social network un loro commento.

 

Ad emergere invece come gli artisti che hanno ricevuto più riscontri positivi dalla critica sembrano essere Lo Stato Sociale con Una vita in vacanza. Anche Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico con Imparare ad amarsi e Ron, con l'inedito scritto da Lucio Dalla Almeno Pensami, sono fra coloro che possono competere per la vittoria.