Siccità? Un uomo vuole trasportare un iceberg a Città del Capo

Siccità? Un uomo vuole trasportare un iceberg a Città del Capo

Maggio 12, 2018 - 17:03

L'ambizioso piano di Nick Sloane per risolvere il problema idrico a Città del Capo.

Per Città del Capo in Sud Africa si avvicina il “giorno zero”, ovvero quando dai rubinetti della città non uscirà più acqua. Attualmente la fine delle scorte idriche è prevista per il 9 luglio, dopo che grazie ad interventi volti a ridurre il consumo la data è stata rimandata dal 16 aprile inizialmente previsto.
Al fabbisogno idrico mancano però ancora 100 milioni di litri d’acqua al giorno.
Nick Sloane, “salvage master” di fama internazionale, che ha coordinato le operazioni di recupero del relitto della Costa Concordia all’isola del Giglio, ha in mente un piano sicuramente audace per riportare l’acqua a Città del Capo: trasportarci un iceberg.
"Sto guidando questa campagna. A questo punto alcuni iceberg sono già stati individuati e si trovano a solo circa 1200 miglia marine”, ha annunciato Sloane. L’operazione presenta numerosi lati critici, ad iniziare dalla “cattura” e dal trasporto della massa di ghiaccio galleggiante, come pure l’immissione dell’acqua nella rete idrica. Tuttavia potrebbe essere una soluzione più economica di altre, e con un impatto ambientale minore. Ad esempio era stata valutata la possibilità di desalinizzare l’acqua del mare.