Tanto sbraitava... che finì indagato

Tanto sbraitava... che finì indagato

Gennaio 12, 2018 - 07:08
Posted in:

L'ex direttore delle Arl sarebbe indagato per amministrazione infedele.

L’ex direttore delle Autolinee Regionali Luganesi (ARL), andato in pensione ad agosto, sarebbe indagato per amministrazione infedele, stando a quanto riferito ieri dal Quotidinao della Rsi.
La denuncia sarebbe partita in seguito ad una serie di ammanchi nelle casse delle ARL. La questione è stata discussa durante l'ultima assemblea dei soci della SA.
Un rappresentante del Cantone (che detiene una quota azionaria pari a circa il 40% dell'azienda) avrebbe asserito che “nei conti 2017 ci sono delle irregolarità e non li approveremo”, riporta il Quotidiano. I vertici delle Arl avrebbero così deciso di ritirare il bilancio e procedere con una denuncia penale che ha dato via al procedimento giudiziario.
La cifra dell'ammanco, indica la Rsi, potrebbe superare i 150'000 franchi.
Lo scorso agosto l'ex direttore aveva fatto molto parlare di sè, per una diatriba con il Decs e il ministro Manuele Bertoli in merito al trasporto degli allievi delle scuole medie di Pregassona ed altre sedi scolastiche.