Tutti al Teatro. E Romano si ricandida

Tutti al Teatro. E Romano si ricandida

Agosto 29, 2018 - 22:50
Posted in:

Si sono tenuti oggi a Mendrisio i festeggiamenti per la presidenza di Marco Romano della deputazione ticinese a Berna.

C’erano un po’ tutti a Mendrisio oggi per i festeggiamenti in onore dell’anno di presidenza della deputazione ticinese alle Camere federali del mendrisiense Marco Romano, consigliere nazionale del Ppd. Al Teatro dell’Architettura dell’Accademia c’erano i colleghi di Romano a Berna, i consiglieri nazionali Fabio Regazzi (Ppd), i liberali radicali Giovanni Merlini e Rocco Cattaneo, i leghisti Roberta Pantani e Lorenzo Quadri, l’Udc Marco Chiesa, e il senatore liberale radicale Fabio Abate e il pipidino Filippo Lombardi. Mancava solo la socialista Marina Carobbio. Al completo invece il governo, con il Presidente del Consiglio di Stato Claudio Zali e i colleghi Norman Gobbi, Christian Vitta, Paolo Beltraminelli e Manuele Bertoli.
Ma a parlare per i discorsi ufficiali non sono stati solo i politici. Dopo il discorso del sindaco di Mendrisio Samuele Cavadini, incentrato sulla necessità per il Ticino (e il Medrisiotto) di non rimanere chiuso su sé stesso, hanno parlato il rettore dell’Usi Boas Erez, il direttore dell’Accademia Riccardo Blumer, e il “papà” dell’ateneo mendrisiense Mario Botta, che ha colto anche l’occasione per esporre il significato e la funzione della nuova struttura dell’accademia, il Teatro dove si è tenuta la cerimonia. Poi la parola è passata al Presidente del Consiglio di Stato Claudio Zali e infine allo stesso Marco Romano, che ha evidenziato l’importanza della difesa dei territori periferici nella Berna federale. Una periferia che, ha detto rifacendosi alle parole dell’architetto Botta, può anche avere una centralità, come dimostra l’esperienza dell’Accademia. Ma Romano ha anche approfittato dell’occasione per annunciare che la sua permanenza a Berna non è al capolinea. Il consigliere nazionale ha infatti detto che intende ripresentarsi per la prossima tornata elettorale.
Ma a Mendrisio erano presenti anche altri numerosi esponenti politici, la prima cittadina del Cantone, la presidente del Gran Consiglio Pelin Kandemir Bordoli, il capogruppo in Gran Consiglio liberale radicale Alex Farnelli, quello socialista Ivo Durisch, quello pipidino Maurizio Agustoni e quello leghista Daniele Caverzasio, i granconsiglieri del Ppd Luca Pagani e Giorgio Fonio, l’ex consigliere di Stato del Ppd Renzo Respini, i municipali di Mendrisio, il socialista Giorgio Comi, il liberale Samuel Maffi, il già citato Caverzasio, il sindaco liberale radicale di Breggia e granconsigliere Sebastiano Gaffuri, l’economista Remigio Ratti, e molti altri.