Un passo positivo per impedire i conflitti d’interesse e per più trasparenza

Un passo positivo per impedire i conflitti d’interesse e per più trasparenza

Aprile 10, 2018 - 16:24
Posted in:

Pubblichiamo il seguente comunicato stampa del Ps Ticino.
 
Con l’approvazione del disegno di legge del Governo che definisce l’incompatibilità tra la carica di Deputato al Gran Consiglio o di Consigliere di Stato e di membro di Consigli d’amministrazione dell’EOC, dell’Ente cantonale dei rifiuti e di Banca Stato – così come già avviene per l’AET – è stato fatto un primo passo positivo per più trasparenza e per evitare dei conflitti d’interesse. Il Partito Socialista è soddisfatto da questa decisione e auspica che questo quadro legale venga esteso e applicato anche a livello comunale.
Il Partito Socialista accoglie positivamente la decisione del Gran Consiglio di votare in favore del disegno di legge del Consiglio di Stato che concretizza l’iniziativa della Deputata Pelin Kandemir Bordoli per il Gruppo PS con la quale è stato chiesto che fosse definita l’incompatibilità tra la carica di Granconsigliere o Consigliere di Stato e quella di membro dei Consigli di amministrazione delle aziende pubbliche e parapubbliche.
Con la decisione di adeguare le leggi corrispondenti che prevedono tale incompatibilità per l’Ente ospedaliero cantonale, l’Azienda cantonale dei rifiuti e la Banca dello Stato – così come già previsto in seno all’Azienda elettrica ticinese – è stato confermato un primo passo nella direzione di un quadro legale possa garantire la trasparenza e impedire dei casi di conflitti d’interesse in materia, come già deciso dal Parlamento lo scorso mese di giugno. È infatti molto importante evitare che ci possano essere dei casi in cui il controllato possa essere amalgamato al controllore e che una sola persona possa rivestire contemporaneamente questi due ruoli. 
Il PS ritiene che la decisione odierna debba servire quale impulso positivo per estendere questo quadro legale in modo più esteso e affinché anche i Comuni agiscano in questo senso. Garantire la trasparenza e disporre di un quadro legale che impedisca degli eventuali casi di conflitto d’interessi è infatti indispensabile ai fini del rapporto di fiducia della popolazione nelle istituzioni, gli Enti pubblici e nelle aziende pubbliche o parapubbliche oltre al livello del Cantone. Auspichiamo perciò che questo disegno di legge costituisca un punto di partenza più di un risultato fine a sé stesso. 

 
Ivo Durisch, Capogruppo PS al Gran Consiglio                                                                              Igor Righini, Presidente PS