Uno studio ha individuato la miglior professione. Ci si forma da autodidatti

Uno studio ha individuato la miglior professione. Ci si forma da autodidatti

Novembre 07, 2017 - 12:18
Posted in:

Stando ad uno studio di Glassdoor il data scientist è la "migliore" professione (per reddito e soddisfazione personale). La maggioranza di questi professionisti non è passata da un'università.

Glassdoor è un portale internet che raccoglie dati dai dipendenti relativi al loro stipendio e al loro grado di soddisfazione. Recentemente il portale, basandosi su questi dati, ha incoronato il miglior lavoro degli Stati Uniti. Si tratta del data scientist, ovvero la figura professionale che si occupa di analizzare i big data. Questa professione sta attualmente vivendo un boom di domanda. Stando ai dati di Glassdoor è quella che ha ottenuto il grado più alto nel punteggio relativo alla soddisfazione (4,4/5) e garantisce un salario medio di tutto rispetto (110'000 dollari lordi all'anno, pari più o meno all'equivalente in franchi, stando all'attuale cambio). Nella classifica i data scientist sono seguiti dagli sviluppatori, dai data engineer e dai tax manager. 

Dal punto di vista tecnico le competenze più richieste per operare come data scientist sono la conoscenza dei linguaggi di programmazione Python (menzionata dal 72% delle offerte di lavoro), seguito da R(64%), SQL (51%), Hadoop (39%) e Java ( 33%). A risultare particolarmente interessante è che Python, il linguaggio di programmazione più richiesto, è anche uno dei più facili da imparare. "Essendo largamente utilizzato dagli ingegneri software, è agevole condividerlo all’interno di un’azienda e implementarlo con moduli di statistica, di machine learning e di grafica", commenta Pablo Ruiz Junco, ricercatore a Glassdoor.

Ancor più interessante è il fatto che stando ad uno studio della comunità di data scientist Kaggle, "2017 State of Data Science & Machine Learning Survey", condotto su 16'000 professionisti del settore, la maggioranza di essi sono autodidatti. Solo il 30% hanno conseguito una bachelor in informatica e il 18% di essi in matematica o statistica. I restanti data scientist hanno imparato il loro lavoro su internet, passando di progetto in progetto e di azienda in azienda.