A Viviani la seconda delle contestate tappe

A Viviani la seconda delle contestate tappe

Maggio 05, 2018 - 18:27
Posted in:

La seconda tappa del Giro d'Italia è andata al veneto Elia Viviani.

Trionda Elia Viviani nella seconda tappa del Giro d’Italia, la seconda delle tre che si svolgeranno in Israele della 101esima edizione della gara ciclistica italiana. Il già campione olimpico ha bruciato in volata il bielorusso Mareczko. Si tratta della seconda tappa in carriera per l’oro ai Giochi olimpici di Rio del 2016, dopo la tappa vinta a Genova nel 2015.
In terza posizione dietro al veneto e al bielorusso si è piazzato l’irlandese Sam Bennett.
La magia rosa è invece passata da Tom Dumoulin, vincitore della prima tappa, all’australiano Rohan Dennis.
Proprio la partenza da Gerusalemme durante la prima tappa non ha mancato di suscitare malumori.
“La scelta di far partire il Giro d’Italia da Gerusalemme, avendo peraltro rimosso l’originaria dicitura Gerusalemme Ovest è inopportuna”, dichiarava ieri la piattaforma delle Ong italiane nel Mediterraneo e in Medio Oriente, come riportato da Rainews, “perché sembra voler avallare la pretesa israeliana che la città sia la capitale ‘unica e indivisibile’ dello stato di Israele e di conseguenza l’illegale annessione di Gerusalemme Est allo stato di Israele, in violazione del diritto internazionale e di molteplici risoluzioni delle Nazioni Unite. Tale scelta rischia di alimentare tensioni perché il Giro d’Italia comincia in un momento assai difficile della storia palestinese, quando, dal 30 marzo ad oggi, l’uso sproporzionato della forza da parte dell’esercito israeliano nella Striscia di Gaza ha causato l’uccisione di almeno 44 civili palestinesi”.