100 anni di proibizionismo. A Lugano si prevede "tempesta"?

100 anni di proibizionismo. A Lugano si prevede "tempesta"?

Gennaio 16, 2020 - 07:32
Posted in:

Era il 16 gennaio del 1920, cento anni fa, e negli Stati Uniti entrava in vigore la legge che vietava la fabbricazione, la vendita, l'importazione e il trasporto di alcol, approvata l'anno precedente dal Congresso. Prendeva avvio il cosiddetto proibizionismo, che, rimasto in vigore fino al 1933, fece la fortuna di Al Capone & Co. Oggi più nessuno vuole vietare l'alcol (tranne ai distributori di benzina dopo una certa ora), ma il "proibizionismo" è ancora contestato da coloro che vorrebbero legalizzare sostanze come la cannabis. A cent'anni dall'inizio del periodo proibizionista il dibattito è ancora aperto. 
 
Oggi ricorre anche l'anniversario della prima Guerra del Golfo. Il 16 gennaio del 1991 gli Stati Uniti e i paesi alleati attaccarono l'Iraq in seguito all'invasione del Kuwait da parte di Saddam Hussein. 
 
In Ticino in questi giorni di inizio anno "piovono" liste. In vista dell'appuntamento elettorale del prossimo aprile infatti molti partiti, di vari comuni, stanno rendendo note le loro liste. 
Ieri è toccato al Ps di Locarno (vedi qui) e al Plr di Mendrisio (qui). Oggi a Bellinzona si terrà l'assemblea del Ps della Turrita. In quel di Bellinzona, dopo la lista di Plr (vedi qui), di Ppd (qui) e dei Verdi (qui) saranno presentati anche i nomi che corrono per il Ps. 
 
Lista completa invece a Lugano per il Plr, con il granconsigliere Fabio Schnellmann che ha prontamente preso il posto in lista lasciato libero da Michele Bertini. Ora la lista dovrà passare dall'assemblea. Ma a Lugano ora gli occhi sono puntati sull'assemblea del Ppd, in programma domani. Come noto la granconsigliera Nadia Ghisolfi non è presente nella lista indicata dal Municipio dalla Commissione cerca e con tutta probabilità sarà l'assemblea ad avere l'ultima parola sulla lista. Due giorni fa il presidente dimissionario del Ppd di Lugano Angelo Petralli ha postato un eloquente scritto sui social media. Oggi ve ne parleremo...