A 15 giorni dalla previsione. Come andrà?

A 15 giorni dalla previsione. Come andrà?

Novembre 10, 2020 - 08:52
Posted in:

Martedì 10 novembre. Oggi avrebbe festeggiato 92 anni il grande compositore italiano Ennio Morricone, scomparso lo scorso 6 luglio. Era nato il 10 novembre del 1928 e nel corso della sua lunga carriera ha regalato veri e propri capolavori con le sue colonne sonore, dai western di Sergio Leone, “Mission”, a “La leggenda del pianista sull’oceano”, per citarne alcuni.

In Ticino ieri è entrato in vigore il limite di 5 persone massime per gli assembramenti, pubblici e privati. Un limite annunciato dal Consiglio di Stato domenica e che ieri ha causato qualche disagio per il poco preavviso con cui è stato comunicato. Ancora a ieri infatti non tutti sapevano con precisione a quale attività si applicasse o meno - ad esempio cinema e teatri (che a questo punto ovviamente devono chiudere), comprese in parte le stesse autorità.

A livello svizzero risale a 15 giorni fa (era il 27 ottobre) la previsione della task force federale del covid, che prevedeva, appunto da li a 15 giorni, il pieno dei posti letto nelle cure intense. Pochi giorni dopo sono state annunciate le nuove restrizioni dal Consiglio federale (obbligo di mascherina all’esterno, limite di 50 persone agli eventi, stop allo sport con più di 15 persone, ecc…). Osserveremo la situazione negli ospedali in questi giorni. Qualora la previsione si avverasse (come sembra essere il caso in alcuni Cantoni romandi), possiamo dire che le misure non sono state utili, adeguate o sufficienti (in tal caso perché si sono prese misure sbagliate)? Qualora no, vuol dire che le misure sono state efficaci, o che le previsioni della task force erano sbagliate? Sarebbe opportuno, fare qualche bilancio e “controllo di qualità” sulla gestione della pandemia e su quali misure sono più efficaci e quali meno. La pandemia si prospetta molto più lunga di quanti molti prevedevano la scorsa primavera. Si può andare avanti ancora a lungo “campando” con misure dell’ultimo minuto e d’emergenza? Per uscirne, e imparare a “convivere” veramente con il covid, sarebbe opportuno avere una reale fotografia dell’efficacia di tutti i provvedimenti e delle misure e soprattutto una visione di lungo termine.