50 milioni per le sedi scolastiche (provvisorie) di Lugano centro

50 milioni per le sedi scolastiche (provvisorie) di Lugano centro

Aprile 01, 2021 - 13:46
Posted in:

Licenziato un messaggio per la realizzazione delle sedi transitorie dell'istituto scolastico di Lugano centro. 

47'560'000 franchi per affrontare i futuri scenari logistici dell'edilizia scolastica del Luganese. Il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio per lo stanziamento di un credito di 47'560'000 franchi per l’allestimento delle sedi transitorie degli istituti scolastici di Lugano centro, come informa oggi un comunicato stampa del Governo. 

Il messaggio prevede di collocare provvisoriamente gli studenti della scuola media di Lugano centro nello stabile Mizar (dove avrebbe dovuto sorgere il Polo biomedicale), un complesso scolastico in elementi modulari prefabbricati a Viganello per gli allievi di liceo e il completamento del villaggio transitorio nel comparto scolastico di Lugano-Centro, sempre per gli allievi di liceo, in attesa della realizzazione definitiva delle sedi. 

"Il progetto di rinnovamento del comparto scolastico di Lugano-Centro è oggetto della pianificazione logistica e strategica dei centri scolastici nel luganese", spiega il comunicato. "Nel comparto in questione sono ubicati il Palazzo degli studi, il Palazzetto delle scienze (con al suo interno anche una palestra e una piscina), la Biblioteca cantonale e l’edificio Cino Chiesa (che ospita una palestra e la ristorazione scolastica). Vi trovano attualmente sede il Liceo di Lugano 1 e la Scuola media di Lugano centro". 

"La necessità di ristrutturare il Palazzo degli studi (dopo alcuni interventi esterni già realizzati) e il continuo aumento degli studenti liceali hanno imposto un ripensamento della situazione logistica dell’intero comparto scolastico di Lugano-Centro, che ha invero posto le basi per una riflessione più ampia sulla possibilità di creare un terzo polo liceale ad Agno, così da distribuire il numero di studenti su tre sedi. A questi elementi si è aggiunta la necessaria ristrutturazione della sede del Liceo di Lugano 2 a Savosa".

"Per la realizzazione di questo scenario logistico futuro s’impone quindi la pianificazione, entro il 2023, di sedi transitorie capaci di rispondere alle necessità dei tre progetti (restauro del Palazzo degli studi, nuovo Liceo di Agno, ristrutturazione Liceo di Lugano 2), in cui collocare gli studenti nel lasso di tempo in cui vengono portati a termine i lavori. 

"In questo senso, il Consiglio di Stato propone:

  • di collocare gli studenti della Scuola media di Lugano centro, per circa 10 anni, nello stabile Mizar, ubicato a Lugano-Molino Nuovo, adattando gli spazi in locazione già esistenti e utilizzando, per le attività di educazione fisica, gli spazi sportivi nell’area di Lugano centro e la palestra delle scuole comunali di Via Lambertenghi;
  • di realizzare un complesso scolastico in elementi modulari prefabbricati a Viganello, dove collocare inizialmente circa 750 studenti del Liceo Lugano 1 e, successivamente, circa 750 allievi del Liceo Lugano 2. L’utilizzo del complesso è previsto per una durata di circa 10-12 anni e prevede anche di impiegare in modo sinergico gli spazi nei dintorni del Campus USI-SUPSI, della scuola media di Viganello, degli impianti di Cornaredo o delle scuole comunali di Via Lambertenghi;
  • di completare l’attuale villaggio transitorio nel comparto scolastico di Lugano-Centro con altri padiglioni che accoglieranno aule, spazi amministrativi e la biblioteca. Questi spazi saranno destinati, per circa 3 anni, ad altri 550 studenti del Liceo di Lugano 1, che usufruiranno oltre che di queste strutture prefabbricate (nuove e già esistenti) anche degli spazi didattici e sportivi del Palazzetto delle scienze e dello stabile Cino Chiesa."

"Le sedi transitorie saranno attive fino alla consegna delle sedi definitive:

  • del Liceo di Lugano 1, Palazzo degli studi, prevista nel 2026; 
  • del nuovo Liceo di Agno, prevista nel 2028;
  • della Scuola media di Lugano centro, prevista nel 2033;
  • del Liceo di Lugano 2 a Savosa, prevista nel 2033."

"Per la realizzazione delle sedi transitorie il Consiglio di Stato sottopone al Parlamento un credito complessivo di 47'260'000 franchi, suddiviso in 7'260'000 franchi per l’adattamento degli spazi presso lo stabile Mizar, 35 milioni di franchi per la progettazione e la realizzazione del villaggio a Viganello e 5.3 milioni di franchi per l’adattamento e l’ampliamento delle strutture prefabbricate già esistenti all’interno del comparto del Palazzo degli Studi."

"Nel messaggio il Consiglio di Stato chiede inoltre l’autorizzazione a sottoscrivere il contratto di locazione per la sede transitoria della scuola media per un affitto annuo di 806'180 franchi e la convenzione per l’uso del terreno destinato alla realizzazione della sede transitoria del liceo a Viganello per un costo annuo di 20'000 franchi."