Alra.Congratulazioni al Consiglio Federale per il clima

Alra.Congratulazioni al Consiglio Federale per il clima

Settembre 10, 2019 - 08:57
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. L'Alra, associazione liberalradicale per l'ambiente prende posizione sul intento del Governo federale di accellerare gli sforzi per raggiungere gli obiettivi sul clima.

ALRA (Associazione Liberale radicale per l’Ambiente) si congratula con il Consiglio federale
per aver comunicato che intende accelerare lo sforzo della nazione per raggiungere obiettivi
climatici più ambiziosi. https://www.admin.ch/gov/it/pagina-
iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-76206.html
Nell’ambito dell’accordo di Parigi, che impegna i firmatari a prendere le misure necessarie a
contenere il riscaldamento climatico entro un aumento di 2 gradi (rispetto al 1990) si mirava
a un dimezzamento delle emissioni entro il 2030 e una riduzione del 70-85% entro il 2050.

Tenendo conto delle ultime raccomandazioni dell’IPPC mirate a contenere l’aumento a 1.5
gradi per evitare scenari catastrofici e irreversibili, la Svizzera ha rafforzato l’obiettivo per il
2050, mirando a all’azzeramento “netto-netto” delle emissioni CO2.
Questo significa che le emissioni residue in Svizzera potranno essere compensate con
emissioni in altri paesi e con accumuli naturali, ad esempio nel sottosuolo o con le foreste.
L’impegno del Consiglio Federale è ampiamente giustificato dalla necessità della Svizzera di
rispettare gli impegni presi e di essere d’esempio. Questo perché il mondo guarda alla
Svizzera come paese modello, ma anche perché una rapida trasformazione dell’economia
darà dei indubbi vantaggi sul medio-lungo termine. Inoltre la Svizzera è particolarmente
colpita dai cambiamenti climatici, essendo l’arco alpino vittima di aumenti di temperatura
doppio rispetto alla media globale (la rapida sparizione dei ghiacciai ne sono la prova
lampante).
ALRA incoraggia il mondo politico e in particolare il PLR e i suoi candidati alle elezioni
federali ad appoggiare in ogni modo le iniziative che mirano a concretizzare questa
lodevole iniziativa del Consiglio Federale e chiede che gli obiettivi per il 2030 e il 2050
siano centrali negli impegni per le prossime elezioni.
ALRA ritiene che azioni incisive non possono più essere rinviate. Ne va del futuro delle
prossime generazioni e del nostro paese alpino.