App gratuite, dove finiscono i nostri dati?

App gratuite, dove finiscono i nostri dati?

Dicembre 01, 2018 - 16:28

Una ricerca di Oxford evidenzia come le app Google Play raccolgano molti dati personali e spesso finiscono nella mani di soggetti esterni.

Allarme dati su Google Play? L'università di Oxford ha pubblicato una ricerca che definisce la situazione "fuori controllo". Stando all'ateneo le informazioni personali di chi utilizza le app gratuite presenti nello store per i telefoni Android verrebbero infatti trasmesse nella maggior parte dei casi ad Alphabet, la holding di Google, ma anche a soggetti esterni.
La ricerca è stata condotta analizzando 959mila applicazioni presenti su Google Play negli Usa e nel Regno Unito. Nel 88,4% dei casi, è emerso, Google Play reindirizza i dati sensibili degli utenti (età, sesso, posizione, dispositivo utilizzato e quali altre app sono presenti sul dispositivo) alla holding Alphfabet. Nel 42,5% le  informazioni finiscono nelle mani di Facebook, di Twitter (33,8%), Verizon (26,3%), Microsoft (22,7%) e Amazon (17,9).