"Area rosso-verde per il Municipio, una grande opportunità per Lugano
"

"Area rosso-verde per il Municipio, una grande opportunità per Lugano
"

Febbraio 12, 2020 - 21:47
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. 

Le elezioni comunali di aprile 2020 presentano una concreta opportunità di raddoppiare la presenza in Municipio dell’area rosso-verde. I candidati della lista no. 7, a maggioranza femminile e ben rappresentata da giovani, sono Cristina Zanini Barzaghi (PS), Nicola Schoenenberger (I Verdi), Edoardo Cappelletti (PC), Mattea David (PS), Deborah Meili (I Verdi), Marisa Mengotti (I Verdi) e Aurelio Sargenti (PS). La doppia presenza rosso-verde in Municipio permetterà di realizzare una visione di città: visione di cui Lugano è carente. Oggi, le grandi città svizzere sono quasi tutte governate da maggioranze rosso-verdi, che hanno dimostrato di saper affrontare le problematiche dei centri urbani con efficacia e innovazione.
A Lugano, l’area rosso-verde vuole una città che includa tutte e tutti, che sappia coinvolgere chi è escluso dal sistema economico, che aiuti chi fatica a pagare i premi della cassa malati e l’affitto. Vuole una città più vicina alle persone marginalizzate nel momento del bisogno, perché l’umanità è la sua risorsa più importante.
 
L’area rosso-verde vuole promuovere tutta la cultura, anche quella alternativa. Vuole sostenere quella cultura che, per esprimersi, è sempre alla ricerca disperata di spazi e di fondi: una cultura di tutti e per tutti, accessibile ai giovani e anche a chi fa fatica ad arrivare alla fine del mese.
 
L’area rosso-verde vuole una città che non pensi solo al prossimo quadriennio, ma a tutte le generazioni che si succederanno. Una città che combatta l’emergenza climatica attraverso misure concrete, una città libera dalla morsa del traffico, con più alberi, più spazi verdi da condividere e beni culturali tutelati. Una città che protegga la natura, la popolazione e la sua storia.
 
L’area rosso-verde vuole una città in cui donne e uomini abbiano davvero pari opportunità, in cui i ricchi paghino le tasse senza sgravi, gli artigiani e i commercianti trovino spazi con affitti ragionevoli e le persone meno abbienti alloggi a pigione moderata. 
 
L’area rosso-verde vuole una città che non sprechi denaro pubblico in progetti fuori scala, ma che investa nel bene comune.
L’area rosso-verde vuole una città più sociale, più culturale, più sostenibile e più giusta.