Bellinzona. In piazza con i curdi. Contro il "fondatore dell'Isis"

Bellinzona. In piazza con i curdi. Contro il "fondatore dell'Isis"

Ottobre 12, 2019 - 17:01
Posted in:

Manifestazione contro l'attacco turco ai curdi oggi in piazza a Bellinzona. Presenti molti membri della comunità curda ed esponenti della sinistra.

Diverse centinaia di persone erano oggi a Bellinzona, in Piazza del Sole, per manifestare la propria solidarietà al popolo curdo e condannare l’invasione avviata dalla Turchia verso la Siria, per combattere le milizie popolari curde presenti nel nord est del Paese. 
Molti esponenti della comunità curda in Ticino, ma anche molti simpatizzanti della causa del popolo curdo, si sono radunati così con striscioni e bandiere, per esprimere sostegno ai curdi, che, è stato ricordato dai discorsi in piazza, hanno avuto un ruolo determinante nel combattere lo Stato islamico (Isis che, ora, come molti osservatori hanno avvisato, rischia di riacquistare vigore grazie alla manovra di Erdogan, “avallata” dal presidente Usa Donald Trump). Non a caso gli slogan gridati in Piazza del Sole oggi, oltre a definire il presidente turco Recep Tayyip Erdogan un “fascista”, hanno anche chiamato in causa la sua complicità con i terroristi dell’Isis (“fondatore dell’Isis”, lo definiva addirittura un manifesto).
Diversi gli esponenti della sinistra ticinese presenti all’evento, ad iniziare dal consigliere di Stato socialista Manuele Bertoli. C’erano poi il già capogruppo alle Camere federali per il Ps (ora in corsa per la lista “Verdi e Sinistra Alternativa”) Franco Cavalli con il collega di lista Beppe Savary-Borioli, il sindacalista di Unia Giangiorgio Gargantini, il granconsigliere del Movimento per il socialismo Matteo Pronzini, l’esponente socialista Adriano Venuti, dal Pop (Partito operaio e popolare) Norberto Crivelli e Leonardo Schmid. Assenti invece esponenti del Pc (Partito comunista) e pure dirigenti cantonali dei Verdi...