Boscaioli, preparate asce e motoseghe! A Cioss Prato ritorna il Pentathlon di BoscoTicino

Boscaioli, preparate asce e motoseghe! A Cioss Prato ritorna il Pentathlon di BoscoTicino

Agosto 23, 2016 - 18:50
Posted in:

È stata presentata oggi la 26esima edizione del "Pentathlon del boscaiolo". In Val Bedretto per tutta la giornata di sabato 27 sarà proposto un ricco programma di attività per tutte le età.

Il Pentathlon del boscaiolo, promosso dall'associazione BoscoTicino, è giunto alla sua 26esima edizione, che quest'anno si terrà nel suggestivo bosco di larici della località della Val Bedretto di Cioss Prato, il 27 agosto, organizzato per questa edizione in collaborazione con il Comune, il Patriziato e la Pro Bedretto. 
 
A presentare l'evento alla conferenza stampa tenutasi oggi a Rivera c'era il presidente di Bosco Ticino e del comitato organizzatore della manifestazione, il granconsigliere Henrik Bang, che ha esposto il programma previsto per sabato 27. Un programma che sull'arco dell'intera giornata prevede un variegato ventaglio di attività. A partire dalle 09.00, dai colpi d'ascia alla motosega, 90 selvicoltori, di cui 20 apprendisti, si sfideranno nelle 5 prove del Pentathlon del boscaiolo. Accanto all'evento principale si svolgeranno numerose attività collaterali: la gara di arrampicata sul palo, patrocinata dall'Associazione imprenditori forestali della Svizzera Italiana, il concorso di scultura con la motosega, la dimostrazione del lancio dell'ascia con l'Axe Throwing Club Ticino, il mini-pentathlon dedicato ai bambini promosso dalla neocostituita Associazione del personale forestale (APF), un concorso di disegni a tema e il mercatino delle pulci e dell'artigianato con oltre 60 bancarelle, il tutto allietato dalla presenza del Gruppo ticinese Corno delle Alpi.
 
A fine serata si avrà la possibilità di gustare un piatto di polenta ed altre specialità del territorio in una cena offerta e proseguire fino a tarda ora con la musica degli "Osogna Project Band".
 
Una manifestazione che si pone anche l'obbiettivo di "promuovere una sana convivialità fra Autorità, Enti ed associazioni locali, nell'organizzazione comune di un evento di importanza cantonale", ha spiegato Henrik Bang. "Una vera festa del territorio, che permetterà ai visitatori di vivere emozioni a contatto con la natura, la musica e le specialità culinarie nostrane".