C'è chi “squatta”, chi spara cifre e chi tenta di fare il “colpaccio”

C'è chi “squatta”, chi spara cifre e chi tenta di fare il “colpaccio”

Ottobre 02, 2019 - 22:40
Posted in:

La consigliera comunale del Ps di Lugano Simona Buri chiede di non parlare di "banchina e spiaggette" solo a tarda ora. All'aperitivo di Valenzano e Tricarico si parla di sanità con poca preparazione. Chi arriverà terzo nella Lega?

La capogruppo socialista in Consiglio comunale a Lugano, Simona Buri, chiede una modifica dell'ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale, che si terrà lunedì prossimo, per le risposte che il Municipio deve dare in materia di spiaggetta e banchina.
D'accordo con la proposta di Buri, ma il vero problema è quello di che risposta vorrà fornire l'esecutivo di Lugano, a quelli che potremmo definire benissimo degli scandali (su cui si vuole passare all'acqua bassa). La vicenda della banchina (o per meglio dire del ponte di legno a Riva Vela), che giustamente ha fatto arrabbiare l'associazione svizzera fabbricanti di mobili e serramenti (vedi qui), merita per lo meno un audit esterno. Mentre la vicenda della spiaggetta merita forse addirittura l'interessamento della Giustizia. Mettere tutto sotto il tappeto non si può. Ci vuole chiarezza!
Vedremo lunedì 7 ottobre se il Municipio fornirà risposte degne della gravità delle due vicende.
 
 
***********
 
 
Lunedì 30 settembre, la candidata Plr al Consiglio nazionale Karin Valenzano e il candidato al Ppd al Consiglio nazionale Michel Tricarico, hanno organizzato il loro aperitivo con qualche domanda da parte di Marco Bazzi, tanto per non fare il solito comizio. Ospite sul palco pure il candidato al Consiglio degli Stati Plr Giovanni Merlini (il candidato al senato Ppd Filippo Lombardi era a Strasburgo). Alla domanda sui premi delle casse malati la Valenzano ha risposto che bisognerebbe tagliare alcune prestazioni presenti nella Lamal, come il finanziamento agli abbonamenti alle palestre (più che condivisibile), ma poi è caduta dicendo che la sanità in Svizzera incide per un buon 25% del Pil. Se fosse ancora vivo il dirigente del Dss ed esperto di sanità, Gianfranco Domenighetti, sarebbe trasecolato a sentire citare cifre a caso. La Svizzera è il Paese in Europa che spende di più in percentuale in sanità, ma per fortuna la percentuale è del 12%, non del 25%!! Se no avremmo già mandato sul lastrico migliaia di famiglie e anche lo Stato (che finanzia per il 50% i costi della salute) starebbe messo male. Va bene candidarsi, ma un po' di preparazione suoi dati ci vorrebbe.
 
 
**********
 
 
Intanto al Palacongressi dove si teneva l'evento elettorale di Tricarico e Valenzano, mentre Bazzi faceva le domande ai due, sui tavolini sono apparsi magicamente i volantini di un'altra candidata al Consiglio nazionale del Plr. Natalia Ferrara (ex Micocci), che non era presente, ma ha pensato bene di "squattare" (un po' abusivamente) l'appuntamento elettorale degli altri due candidati per conquistare un po' di visibilità con i suoi volantini in tinta rossa fra i presenti. L'operazione è riuscita. Su ogni tavolo si notava molto di più il suo volantino in formato A4, che i santini della Valenzano.
Non denota grande stile "mandare" il proprio neomaritino (dopo aver salutato calorosamente "l'ex pianista" Simonetta Perucchi Borsa) a "squattare" negli aperitivi degli altri candidati.
Ma come diceva il buon Robbiani Dario, in guerra e in amore ogni cosa è concessa. Anche "squattare". Complimenti per l'originalità "dell'agit-prop".
 
 
**********
 
 
Michele Guerra, candidato della Lega al Consiglio nazionale, ha impostato una campagna elettorale per arrivare terzo nella lista del suo partito. Ma non è escluso che Guerra, sotto sotto, ambisca addirittura alla seconda posizione e scalzare così Roberta Pantani da Berna. Staremo a vedere.