Candidature "selvagge", hangar che mancano

Candidature "selvagge", hangar che mancano

Giugno 11, 2020 - 11:55
Posted in:

Giovedì 11 giugno. In questo giorno, nel 1864, è nato il compositore tedesco Richard Strauss. L’11 giugno 1984 invece si spegneva il segretario del Partito comunista italiano Enrico Berlinguer, colpito da un malore alcuni giorni prima, durante un comizio a Padova.

Lungi dalla popolarità raggiunta da leader comunista italiano (ma d’altra parte Berlinguer è probabilmente una delle figure politiche più apprezzate di sempre per la sinistra italiana, e non solo), ieri il duo alla guida del Ps Ticino, Laura Riget e Fabrizio Sirica, si sono “scontrati” con la decisione del comitato cantonale, che ha voluto mettere alla vicepresidenza (anche) Adriano Venuti, contro il loro parere (vedi qui). Si tratta di una piccola “debacle” per i due co-presidenti appena eletti del Ps, come abbiamo osservato in “Schegge” (vedi qui).

Ma sulla decisione di Venuti di presentare la sua candidatura “selvaggia”, abbiamo interpellato il diretto interessato. E oggi pubblicheremo la sua intervista.

Ma ci occuperemo anche di aeroporto di Lugano, in particolare, in merito al futuro degli hangar, il cui credito da 6 milioni era stato votato già da alcuni anni (senza referendum), ma che ancora non si sono visti.