Cassa pensioni in cattive acque

Cassa pensioni in cattive acque

Marzo 11, 2019 - 08:21
Posted in:

La cassa pensioni Phoenix è finita la centro delle indagini delle autorità di vigilanza.

La cassa pensioni Phoenix naviga in cattive acque. L'istituto collettore fondato dall'impernditore Serge Aerne nel 2013 è finito al centro delle indagini degli organi di vigilanza, dopo che si è ritrovata con un tasso di finanziamento insufficente.

Le autorità cantonali di vigilanza hanno reagito e hanno revocato l'organo supremo, il Consiglio di fondazione. Ora infuria una battaglia per il controllo della Phoenix. Secondo un'ordinanza del tribunale, il Consiglio di fondazione può riprenderne la gestione in questi giorni. L'Autorità federale di vigilanza sulla previdenza professionale ha recentemente presentato ricorso presso il Tribunale federale.

"Il caso del fondo pensione Phoenix è un esempio delle carenze che possono verificarsi nelle istituzioni collettive", afferma Urban Hodel, amministratore delegato dei PK, che rappresenta i dipendenti del secondo pilastro. "Questo rende difficile prevenire i conflitti di interesse con rischi considerevoli per l'assicurato. L'esperto esperto di casse pensioni e avvocato Martin Hubatka, a conoscenza del caso è netto: "La Phoenix Collective Foundation deve essere liquidata il più rapidamente possibile".

Nei primi anni, Phoenix avrebbe utilizzato quasi esclusivamente i servizi della rete aziendale di Aerne. Tra queste figurano SJA Management AG, Admicasa Verwaltung AG, Assurinvest AG e Prof-ex GmbH, in cui Aerne deteneva una partecipazione o aveva sede. Un conflitto di interessi dunque: Aerne rappresentava gli interessi dell'assicurato da un lato e d'altra parte volevaguadagnare con le sue aziende. Ma simili operazioni con parti correlate non sono vietate per i fondi pensione.
Nel caso Phoenix sorgono però ulteriori dubbi. Documenti in possesso di Der Bund elencano una serie di esempi di violazioni degli obblighi di comunicazione, sospetti di responsabilità penale ai sensi della legge federale sulla previdenza professionale (LPP), responsabilità che devono essere esaminate in modo più approfondito e molto altro ancora. Un'attività controversa è ad esempio l'acquisto di due nuovi immobili a Lütisburg SG. Nel bilancio 2015 Phoenix ha valutato questi immobili a più di 16 milioni di franchi. Solo un anno dopo è stata contabilizzata una rettifica di valore di 2 milioni di franchi. In questo caso il general contractor Prof-ex, fondato da Serge Aerne insieme ad un parente stretto, è stato coinvolto in modo significativo nell'attività.