Con la pandemia i miliardari sono diventati ancora più ricchi

Con la pandemia i miliardari sono diventati ancora più ricchi

Ottobre 07, 2020 - 10:24

Ricchi sempre più ricchi, anche in tempo di covid. Anzi. L’andamento positivo in borsa per alcuni titoli ha permesso a una stretta cerchia di super ricchi di incrementare ulteriormente la loro ricchezza. Secondo quanto emerge dal rapporto Billionairs di PwC e UBS i miliardari del pianeta hanno raggiunto lo scorso luglio il valore complessivo per le loro sostanze di 10’200 miliardi di dollari, superando il record del 2017 di 8’900 miliardi. Stando al rapporto sono 2189 le persone che possiedono un miliardo o più di dollari e dallo scorso aprile in media il loro patrimonio è cresciuto del 28%. In particolare hanno guadagnato oltre il 40% di patrimonio coloro che hanno investito nel settore industriale e tecnologico.

Una crescita che sembra diretta conseguenza della crescita azionaria per alcune aziende. Lo scorso giugno il Financial Times aveva pubblicato una classifica delle 100 aziende che più avevano beneficiato della pandemia…

20 giugno 2020

Non per tutti la pandemia del coronavirus è una fase economica difficile. Alcuni gruppi, concentrati nel settore della tecnologia, degli acquisti online e della farmaceutica hanno conosciuto durante la fase pandemica un importante crescita. Il Financial Times ha stilato una classifica dei 100 gruppi che hanno visto maggiormente crescere il proprio titolo in borsa in corrispondenza con i mesi del lockdown, anche se, come evidenza lo stesso quotidiano economico, sono in molti a pensare che possa trattarsi di una bolla, più che di una valutazione degli investitori corrispondente al reale stato di salute delle aziende in questione.

Fra le aziende che più hanno guadagnato terreno vi è come noto Amazon. Durante il lockdown molti si sono affidati al rivenditore online, tanto che in un frangente ha dovuto limitare le sue vendite ai soli beni di prima necessità. La sua capitalizzazione è cresciuta di oltre 400 miliardi di dollari, superando i 2’600 miliardi.

Pure Microsoft ha visto aumentare la sua capitalizzazione di oltre 200 miliardi di dollari. In particolare la sua app di video chiamate Teams ha visto triplicare in un solo giorno i suoi utenti, con un picco di 75 milioni di utenti in un solo giorno ad aprile. Particolarmente “azzeccata” sembra essere stata la scelta di Microsoft di concentrarsi sui servizi cloud con Azure, che nella fase di pandemia sono diventati indispensabili per molte aziende. Anche sul fronte dell’intrattenimento, con il record di 90 milioni di giocatori su Xbox Live in aprile, Microsoft ha guadagnato terreno.

Nel settore farmaceutico invece è Roche secondo il Financial Times a registrare la migliore performance. Sulla scia del test per il covid che consentirebbe di rintracciare gli anticorpi con una sensitività del 100%.