Con l'autunno, tornerà il lockdown?

Con l'autunno, tornerà il lockdown?

Settembre 25, 2020 - 22:02

Il numero di casi confermati di coronavirus negli scorsi mesi ha continuato ad aumentare, come pure il numero di test. Meno sul fronte dei ricoveri ospedalieri. 

Prosegue il “moto ondivago” del numero di test per il coronavirus effettuati in Svizzera. Basandoci sui bollettini settimanali diffusi dall’Ufficio federale della sanità pubblica e sui grafici forniti abbiamo più volte osservato in questa rubrica l’andamento del numero di contagi e del numero di test effettuati. Il mese scorso, era il 17 agosto, osservavamo come in circa un mese il numero di test effettuati si fosse praticamente dimezzato. Infatti dai 69’600 test effettuati nella settimana 27 dal 29 giugno al 5 luglio (allora il record di test effettuati in una settimana dall’inizio dell’epidemia-pandemia) si era passati poco più di un mese più tardi ai 37’431 test della settima 32 dal 3 al 9 di agosto (vedi qui).

Per quanto riguarda il numero di test positivi nella settimana 27 era del 1,01%, mentre in quella 32 con il 3,45%. Dunque era diminuito il numero di test, ma più persone risultavano positive. “Con questa percentuale, se il numero di test effettuati fosse lo stesso della “settimana 27”, avremmo non 1’292 casi positivi nella settimana 32, ma ben 2’401, pari a una media di 343 nuovi casi giornalieri”, osservavamo allora.

Nel frattempo, come detto, vi è stato un altro ribaltone. Infatti a partire dalla settimana 32 si è nuovamente aumentato il numero di test effettuati, fino a giungere a un nuovo record. Superati i 69’600 della settimana 27 nella settimana 35, nella settimana 37 dal 7 al 13 settembre si è giunti al numero di 91’418 test. Nella settimana successiva il numero è leggermente calato, mentre per quanto riguarda il numero di test è stata del 3,9% nella settimana 38.

 

 

A differenza che in passato il numero di positivi non è calato in corrispondenza dell’aumento di test. Si è in altre parole conosciuto un aumento del numero di casi sostanzialmente più marcato che in passato, come mostra questo grafico.

 

 

Nella settimana 38 dal 14 al 20 settembre (settimana scorsa) si sono registrati 2905 casi positivi, vicini ai numeri dello scorso aprile, come evidenzia questo grafico, che non lascia particolarmente ben sperare per nuove misure restrittive in vista dell’autunno. Tuttavia ancora una volta la situazione sembra meno preoccupante per quanto riguarda i ricoveri ospedalieri in Svizzera. Infatti il numero di ricoveri ha conosciuto sì un aumento, ma molto meno sostanziale di quanto visto dei casi accertati e con una certa stabilità.

 

 

Basterà questo dato ad evitare un nuovo lockdown (di cui ora si para apertamente ad esempio in Francia)? Vedremo cosa ci riserverà l’autunno appena iniziato.

 

 

 

 

franniga