Crollo da record, ma non per il GAFA (per loro i problemi arrivano dalla politica)

Crollo da record, ma non per il GAFA (per loro i problemi arrivano dalla politica)

Luglio 31, 2020 - 07:44
Posted in:

Trimestre da sogno per il GAFA. Ma ora i problemi arrivano dalla politica, che vuole metterli dei "paletti". 

-32,9% su base annua, -9,5% rispetto al trimestre precedente. Quello comunicato ieri dal Dipartimento del commercio Usa è un crollo che non ha precedenti nella storia economica degli Usa (perlomeno da quando vi sono le rilevazioni) e che ha bruciato in un solo semestre 5 anni di crescita.

Ma non per tutti il tempo del lockdown è stato un tempo di “magra”. Il cosiddetto GAFA (Google, Apple, Facebook, Amazon) ha riportato ieri nelle trimestrali profitti per ben 28 miliardi di dollari. Nonostante il lockdown abbia colpito anche loro, dunque, i quattro colossi della tecnologia sembrano dimostrare che si muovono su un altro piano dell’economia.

Le vendite di Amazon, ad esempio, sono aumentate del 40% rispetto a un anno fa e i suoi profitti sono raddoppiati. Il profitto di Facebook è salito del 98%. Apple ha aumentato le vendite di tutti i suoi prodotti in ogni parte del mondo e ha registrato un profitto di 11,25 miliardi di dollari (nonostante molti negozi fossero chiusi). I ricavi pubblicitari di Alphabet (la casa madre di Google) anche se non hanno brillato hanno comunque fatto meglio delle attese.

Per il GAFA però ora i problemi sembrano venire dalle autorità. Per l prima volta infatti i ceo Jeff Bezos di Amazon, Tim Cook di Apple, Sundar Pichai di Google e Mark Zuckerberg di Facebook,  sono dovuti comparire davanti al Panel Antitrust della Commissione Giustizia della Camera dei rappresentanti. Di fronte a un fuoco bipartisan i capi dei colossi tecnologici devono cercare di spiegare perché l'enorme potere costruito nel settore del mondo digitale e le loro pratiche di business siano compatibili con la libera concorrenza. Impresa oggettivamente ardua.