Dalla Valle di Nessi, Gaffuri eguaglierà Cavadini?

Dalla Valle di Nessi, Gaffuri eguaglierà Cavadini?

Febbraio 26, 2019 - 17:30
Posted in:

Il Medrisiotto ancora una volta è la "chiave" della campagna elettorale. Riuscirà Gaffuri ad essere il "traino" per il Plr?

Ormai tre settimane or sono, era l’8 di febbraio, a Lattecaldo, in Val di Muggio, il candidato del Plrt Sebastiano Gaffuri, lanciava nel Comune di cui è sindaco, quello di Breggia, la sua volata nella corsa al Consiglio di Stato.
In quel di Breggia si è visto presente uno spaccato significativo del Ticino che il giovane sindaco e granconsigliere, il 28enne Gaffuri, rappresenta. Apprendista forestale, poi imprenditore alla guida di un’azienda del ramo, il candidato Gaffuri ha un'indubbia connotazione “popolare”, con un’esperienza personale e un modo di porsi lontano dagli “alti gremi” della politica e dell’economia. Non a caso a fare gli “onori di casa” assieme a Gaffuri c’era un’altro profilo che può a nostro avviso ascrivere molto del suo successo proprio al suo modo di porsi semplice e umile, vale a dire il sindaco di Mendrisio Samuele Cavadini, che è riuscito nell’impresa di strappare al Ppd il sindacato della “roccaforte” Mendrisio, perlopiù in un distretto in cui il Plr nei passati anni ha perso posizioni.
Così il sindaco di Breggia nel suo Comune ha accolto numerosi esponenti del Plr, come il consigliere di Stato Christian Vitta, ma anche volti amati del Cantone non legati alla politica, che hanno voluto a titolo personale essere con Gaffuri, come il “Cerno”, il cantante dei Vad Vuc Michele Carobbio. Presenti naturalmente numerosi esponenti Plr del Mendrisiotto, come i granconsiglieri liberali Giovanni Pagani e Matteo Quadranti, il sindaco di Chiasso Bruno Arrigoni, il già municipale di Mendrisio Rolando Peternier, il consigliere comunale mendrisiense Giovanni Poloni, ma anche, da fuori Mendrisiotto il consigliere agli Stati Fabio Abate, il consigliere nazionale Rocco Cattaneo, la candidata al Gran Consiglio Roberta Passardi, i granconsiglieri Giovanna Viscardi, Fabio Käppeli, Giacomo Garzoli, Nicola Pini, il candidato al Consiglio di Stato Alessandro Speziali, il granconsigliere Alessandro Cedraschi, e, da fuori Plr, la granconsigliera leghista Amanda Rückert. E poi molte persone comuni che per esprimere il loro sostegno a Gaffuri, o bere un bicchiere di vino, sono giunte a Lattecaldo.
Nella Valle di Muggio di Alberto Nessi, narrata dallo scrittore e poeta ticinese, nella sua umanità e semplicità, vi sta forse la chiave di lettura per questa campagna elettorale. Determinante sarà saper intercettare il voto del Mendrisiotto, che sarà ancora una volta l’ago della bilancia per determinare l’esito delle urne e probabilmente determinerà se i liberali radicali conquisteranno un secondo seggio in Governo (infatti nel 2015 il Plr non ha conquistato il secondo seggio proprio perché in questo distretto non ha saputo rimontare). Il capoluogo del distretto più a sud del Cantone ha premiato il profilo presentato dal Plr con Samuele Cavadini. Il prossimo 7 aprile sapremo se la scelta di Gaffuri quale rappresentate del Mendrisiotto sulla lista Plr saprà essere il “traino” necessario al Plr nel Mendrisiotto per il secondo seggio liberale in Consiglio di Stato.